sammy basso nominato cavaliere della repubblica

La tenacia, l’impegno e la perseveranza pagano e il fatto che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia nominato Sammy Basso Cavaliere lo dimostrano. Il 23enne affetto da progeria, nota ai più come “invecchiamento precoce”, ha fatto conoscere la sua malattia rarissima a tantissime persone. Lo scorso febbraio, si è sottoposto a un’operazione delicatissima al cuore che mai era stata effettuata su una paziente con la sua malattia.

Sammy Basso Cavaliere della Repubblica

Il Presidente Sergio Mattarella ha insignito due giorni fa Sammy Basso di un riconoscimento raro nominandolo Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Un’onorificenza che è stata assegnata al ragazzo motu proprio (di sua iniziativa) dal Presidente.

Sammy Basso ha così commentato il prestigioso riconoscimento: “Vuol dire che, nella persona del Presidente della Repubblica, lo Stato italiano ha riconosciuto l’impegno che mettiamo nella ricerca sulla progeria e sulla divulgazione scientifica!“. Il 23enne ha poi voluto dedicare l’onorificenza a tutti i membri dell’Onlus Associazione Italiana Progeria Sammy Basso, evidenziano come dell’attività di divulgazione e di ricerca, lui sia solo un simbolo: “Questa onorificenza infatti, non è merito di una sola persona, ma di tutti coloro che negli anni hanno lavorato sodo per dare vita a questa nostra missione. Non sono che un volto di tutto l’impegno e di tutta la perseveranza che in tanti abbiamo messo in gioco!

L’obiettivo futuro? Coinvolgere sempre di più le istituzioni affinché comprendano l’importanza della ricerca scientifica e affinché si impegnino in questa grande missione“.

Sammy Basso e la progeria

Sono anni che Sammy Basso si impegna nel diffondere conoscenza sulla progeria e ha dato personalmente un contributo alla ricerca scientifica sulla sindrome. All’inizio di febbraio, si era sottoposto ad un’operazione molto rischiosa al cuore. Ha affrontato un intervento di sostituzione della valvola aortica perché affetto da un problema al cuore tipico di chi è anziano e che può dunque essere riscontrato anche in chi ha questa sindrome, la stenosi calcifica severa della valvola aortica.

Sammy ha superato con successo l’operazione, unica nel suo genere, perché mai prima di allora un paziente con questa sindrome si era sottoposto a un intervento simile. Nello stesso mese, il ragazzo aveva annunciato che uno studio uscito su Nature aveva dimostrato che era possibile rallentare l’avanzata della sindrome attraverso l’editing genetico. Anche il vicepremier Matto Salvini ha voluto congratularsi con il ragazzo per il riconoscimento che ha ricevuto scrivendo su Facebook: “Straordinario Sammy Basso, un esempio di intelligenza, tenacia e coraggio per tutti gli italiani. Grazie per quello che fai!“.