vigili-del-fuoco-gela

È morta una delle persone coinvolte nell’esplosione del camion-rosticceria di Gela avvenuta qualche giorno fa. Si tratta di una donna di 42 anni, Tiziana Nicastro, moglie e madre di 3 bambini piccoli. La donna è morta stamattina alle 7.30 (la notizia della sua morte era già circolata, erroneamente, ieri sera: le fonti interessate anno poi smentito).

Era rimasta grevemente ustionata

La donna era stata colpita in pieno dall’esplosione ed aveva riportato ustioni molto gravi. I medici del reparto Grandi Ustioni di Palermo hanno fatto di tutto per salvarle la vita, ma le sue condizioni erano disperate. la donna aveva riportato ustioni su tutto il corpo e negli ultimi giorni si erano aggiunti alcuni problemi di tipo respiratorio che avevano aggravato ulteriormente la situazione.

Ci sono ancora feriti in prognosi riservata

Oltre a Tiziana Nicastro, nel drammatico scoppio, erano rimaste coinvolte altre 15 persone. Tra queste ci sono anche un ragazzo di 14 anni, sempre in condizioni gravi, che al momento si trova all’ospedale Civico di Palermo. Altre 3 donne si trovano in prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro di Catania.

Mentre continuano le indagini sull’incidente, il proprietario del furgone (Carlo Catanese, 42 anni) è stato iscritto al registro delle indagini per omicidio colposo. anche l’uomo è rimasto seriamente ferito nell’incidente e la sua situazione potrebbe aggravarsi.

L’esplosione è avvenuta verso mezzogiorno (dunque all’ora di punta) in via Madonna del Rosario, lo scorso 6 giugno.