primo piano di nicolas sarkozy

La notizia viene battuta in questi momenti dalle maggiori testate francesi quali Le Figaro. Al centro dell’attenzione Nicolas Sarkozy, ex Presidente della Repubblica: l’avvocato e politico francese verrà infatti processato per l’accusa di corruzione di un alto magistrato sempre della Corte di Cassazione, Gilbert Azibert.

Nicolas Sarkozy, i giudici lo vogliono a processo

A Nicolas Sarkozy verrà imputata l’accusa di aver corrotto un magistrato della Corte di Cassazione. Il processo, come annunciato da Le Figaro, avverrà nel corso dei prossimi mesi nella capitale francese, a Parigi. Era il 2018, precisamente il 26 marzo quando i giudici decisero di mandare a processo Nicolas Sarkozy per corruzione e scambio di influenze nei confronti di 3 uomini.

Respinti tutti i ricorsi

Non c’è stato nulla da fare per i ricorsi presentati dall’ex presidente, tutti respinti dalla Corte di Cassazione. Come noto infatti, il legale Thierry Herzog aveva presentato più ricorsi per evitare a Sarkozy il processo per corruzione e traffico di influenze ma nulla è valso a far cambiare idea ai giudici.

L’arresto nel 2018

Ripercorrendo a ritroso la vicenda era il 2014, il primo luglio, quando Nicolas Sarkozy si recava a Nanterre per essere ascoltato in merito da alcuni magistrati. Erano state ben 15 le ore di fermo per l’ex primo ministro ed era appena lo scorso 20 marzo del 2018 quando sempre Sarkozy veniva arrestato per poi essere rilasciato appena 25 ore dopo.

L’atto avvenne per la prima volta nella storia di tutta la Quinta Repubblica francese: non era mai accaduto prima infatti che un ex presidente venisse processato per tale capo d’imputazione. Sempre il nome di Sarkozy è poi apparso in queste ore nella vicenda che coinvolge anche Michel Platini, fermato ieri a Nanterre per essere stato poi rilasciato nella giornata odierna.