Assolti i medici degli Spedali Civili di Brescia sul caso Stamina (Immagine di repertorio)

La Corte d’Appello di Torino ha emesso la sentenza definitiva sul caso Stamina, il quale vedeva imputati 4 medici degli Spedali Civili di Brescia. Secondo il giudizio della Corte, “il fatto non sussiste”, perciò ha decretato l’assoluzione per tutti e 4 gli accusati. L’accusa era di aver somministrato farmaci scaduti, guasti e imperfetti per la sperimentazione della terapia Stamina, arrivata nel 2011 nei Civili. In primo grado il Tribunale aveva condannato gli accusati a due anni di reclusione e a 30mila euro di multa. Li aveva invece assolti per i reati di associazione a delinquere, abuso d’ufficio e truffa. In appello, la situazione è cambiata ulteriormente, concretizzandosi nella piena assoluzione degli imputati.

I 4 medici accusati esultano per l’assoluzione

Gli assolti sono l’ex direttrice sanitaria Ermanna Derelli, l’ex dirigente e referente del comitato etico Carmen Terraroli, la biologa Arnalda Lanfranchi e il pediatra Fulvio Porta. Le accuse contro di loro erano molteplici, e tutte inerenti al caso Stamina e alla controversia sulla validità scientifica della terapia proposta da Davide Vannoni. Dopo un’iniziale condanna in primo grado nel 2017, i 4 medici degli Spedali Civili di Brescia son stati tutti assolti. All’Adnkronos esulta per la sentenza Giovanni Lageard, avvocato dei coniugi Lanfranchi e Porta: “Finalmente i giudici hanno capito perfettamente la situazione e assolto gli imputati perché il fatto non sussiste. I miei assistiti sono contenti, dopo anni di sofferenze inutili che potevano essere evitate”.

La controversia sulla terapia Stamina

Si conclude dunque con la piena assoluzione il cosiddetto “filone bresciano” del caso Stamina, nato dal periodo di sperimentazione della terapia di Vannoni agli Spedali Civili di Brescia. Il pg Daniela Isaia aveva chiesto alla Corte una pena di un anno e sei mesi, più una multa di 25mila euro, con l’accusa di somministrazione di farmaci guasti nella sperimentazione della terapia Stamina. La Corte d’Appello di Torino ha invece decretato l’assoluzione per tutti e 4 i medici. Il Giornale di Brescia riporta il commento a caldo dell’ex direttrice sanitaria Ermanna Derelli: “Finalmente è arrivato il momento di ridare dignità a noi coinvolti e all’Ospedale civile. Sono stati anni durissimi. Siamo stati travolti da infamie, ma sapevamo di avere la coscienza pulita. Finalmente emerge la verità e garantisco che non è stato facile reggere in questi anni di indagini e processi”.