Caldo torrido

I meteorologi l’avevano annunciato e il caldo africano è arrivato. Le temperature torride si stanno facendo sentire e continueranno anche la prossima settimana. Ma le previsioni riservano anche qualche sorpresa. La situazione dovrebbe migliorare per qualche giorno a causa di un flusso instabile che porterà temporali e piovaschi sparsi, rinfrescando così le città italiane.

Caldo torrido

L’ondata di temperature roventi, annunciata dai meteorologi, è arrivata in Italia e ieri già fatto 3 vittime in Lombardia, in Veneto e nelle Marche. Nelle prossime ore è prevista l’emergenza caldo con 16 città da “bollino rosso“. Per la prossima settimana il boom africano non accenna a diminuire.

Gli ultimi aggiornamenti meteo rivelano che l’anticiclone porterà sulla Penisola nei giorni di lunedì 1 e martedì 2 luglio una nuova terribile vampata di caldo. Le temperature toccheranno i 38° sia al Nord, che al Centro e su alcune zone del Sud, come la Puglia, l’entroterra siciliano e la zona costiera della Basilicata. La buona notizia è che sull’arco alpino si dovrebbero registrare frequenti temporali, segno di un primo cedimento dell’alta pressione. Grazie a correnti più instabili in arrivo dal Nord Europa l’aria, probabilmente, si rinfrescherà per qualche giorno.

Previsti temporali

La grande sorpresa della prossima settimana dovrebbe arrivare mercoledì 3 luglio.

Il flusso instabile proveniente dall’Europa del Nord attraverserà l’Italia, sopratutto le regioni del Centro Nord. C’è da fare comunque attenzione perché in questi giorni sono stati registrati elevati tassi di umidità che potrebbero portare a grandinate, nubifragi e raffiche di vento molto forti. Non sono, quindi, da escludere eventi meteo estremi, in questo senso. Le pianure di Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna saranno le zone più interessate dal repentino cambio. Via via la situazione temporalesca si sposterà anche sull’Appennino centrale.

Il 4 luglio potrebbero verificarsi nuovi temporali, sopratutto durante le ore pomeridiane, anche sull’arco alpino e sulle pianure circostanti.

Mentre al Sud e sulle isole, Sardegna e Sicilia, la fase di caldo dovrebbe continuare senza perturbazioni. Da venerdì 5 è prevista pressione di nuovo in aumento con tempo più stabile e soleggiato su tutta la Penisola. Intanto, per contrastare i problemi legati al caldo la Croce Rossa ha attivato “CRI per le Persone“, un numero verde disponibile 24 ore su 24, 800-065510. Gli utenti che avessero bisogno di sostegno, assistenza e soluzioni alle emergenze possono rivolgersi alla sala operativa della Croce Rossa, soprattutto per quanto riguarda le persone più a rischio come bambini e anziani.