alessandro cattelan

Alessandro Cattelan è forse il conduttore che negli ultimi anni è stato maggiormente in grado di svecchiare il piccolo schermo con la sua trasmissione, Epcc (E poi c’è Cattelan). Per lui, si vocifera che ci sia un futuro da presentatore nella 70esima edizione della manifestazione più iconica della musica italiana, il Festival di Sanremo che al momento si trova ancora senza un direttore artistico.

Alessandro Cattelan e il Festival di Sanremo

Chi vedremo al timone di Sanremo 2020? Questa è una domanda che in tanti iniziano a porsi considerato che appena si conclude il Festival si inizia già a muovere la macchina organizzativa per mettere in piedi l’edizione successiva.

Come ha fatto intendere durante un’intervista rilasciata a La Stampa, Alessandro Cattelan non esclude che possa essere proprio lui a calcare il palco del Festival di Sanremo in qualità, ovviamente, di conduttore.

Il giovane presentatore ha rivelato: “Se ne parla. E mi fa piacere. Diciamo che in questo periodo le proposte non mancano“. Tuttavia, solo fino a qualche mese fa, era dato per certo che a condurre il Festival di Sanremo sarebbe stato Amadeus: ipotesi accantonata dalla Rai?

Epcc: il successo di un programma che punta alla viralità

Riguardo al suo programma, E poi c’è Cattelan, il giovane presentatore ha tracciato una linea di demarcazione per differenziarlo ad altri show televisivi, come la trasmissione di Fabio Fazio, Che tempo che fa, rivelando tra le altre cose di essere molto soddisfatto della trasmissione: “Il programma di Fazio, che a me piace, è incentrato sulle interviste, idee extra ce ne sono poche.

Noi invece puntiamo a trovare ad ogni puntata un’idea che sia virale. Questa è la parte più complicata, ma siamo in tanti, tutti ragazzi svegli, uomini e donne, giovani, meno giovani. Comunque ci farei la firma a fare Epcc per trent’anni“.

Alessandro Cattelan non ha potuto fare a meno di constatare come molte delle idee partorite da lui e dalla sua squadra abbiano fatto sì che la sua trasmissione divenisse nota anche all’estero: “Tutto ciò che abbiamo fatto è stato virale: penso al monologo di Valerio Mastrandrea, l’esibizione con Salmo sulla cabriolet, il gioco del cruciverbone con Antonella Clerici, i salti con Buffon.

Il giorno dopo tutta Europa parlava del gioco con Antonio Conte sul suo futuro; l’intervista a Jimmy Fallon ci ha dato visibilità anche sui giornali d’America. Epcc si valuta per queste cose più che per i dati di ascolto“.

*Immagine in alto: Instagram Alessandro Cattelan