Vai al contenuto

Ursula von der Leyen: la Commissione Europea vuole lei alla Presidenza

Pubblicato: 02/07/2019 20:07

Presto Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione Europeo lascerà la carica ricoperta fin ora. A riempire il seggio arriverà Ursula von der Leyen. Salvo improbabili colpi di scena, è lei che i 28 Capi di Stato avrebbero indicato e proposto come la figura alla guida del Parlamento Europeo.

Pur non essendoci ancora alcuna ufficialità, se la situazione attuale e il parere del Consiglio non dovesse subire modifiche, la von der Leyen dovrebbe insediarsi il prossimo primo novembre. Con lei arriveranno i nuovi commissari che saranno designati nelle prime settimane di quel mese. In questo caso si tratterebbe della prima donna nella storia del Parlamento Europeo a rivestire questo ruolo.

Chi è Ursula von der Leyen

Nata Ursula Albercht, originaria di una cittadina belga vicino Bruxelles, è cugina del noto compositore tedesco Marc Albrecht. Si è laureata in medicina a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Subito dopo la laurea ha cominciato a lavorare in una clinica di Hannover.

Ha sposato il medico Heiko von der Leyen, discendente di una casata nobiliare tedesca. La coppia ha avuto 7 figli.

La carriera politica

La von der Leyen ha seguito le orme del padre, tedesco che ha fatto parte della Commissione Euorpea, facendo il suo ingresso nella politica nel partito centrista presieduto dalla Merkel, CDU. Erano i primi anni del 2000. Dal 2005 ha cominciato a rivestire cariche ministeriali: Ministro del Lavoro, Ministro della Famiglia e Ministro della Difesa. Il suo nome è legato in particolare alla riforma dell’esercito tedesco, che si è ripromessa di rafforzare.

Fedelissima alla Cancelliera tedesca, europesita convinta, nei suoi piani figura la realizzazione del disegno degli Stati Uniti d’Europa. Tuttavia durante il periodo di crisi della Grecia, il partito fu costretto a prendere le distanze da lei, che proponeva allo stato ellenico di ipotecare le riserve aurifere come garanzia per i suoi creditori. Intanto adesso la sua candidatura al termine del summit segna un punto a favore della Merkel e della sua rosa di candidature.

Continua a leggere su TheSocialPost.it

Ultimo Aggiornamento: 02/07/2019 20:38