gregoraci elisabetta

Sarebbe un vero colpaccio per Viale Mazzini, se le voci in circolo si rivelassero fondate. Pare infatti che Elisabetta Gregoraci si stia preparando a trasferirsi in Rai.

È Dagospia che lancia lo scoop e i fan dell’ex di Flavio Briatore si scatenano alla notizia. Anche per la conduttrice calabra si tratterebbe di una grande svolta sul curriculum. Ma cerchiamo di vederci meglio in questa storia.

Lo scoop di D’Agostino

Roberto D’Agostino fa la soffiata: presto, molto presto, (per la precisione il prossimo autunno) potremmo ritrovarci Elisabetta Gregoraci alla conduzione di una fascia pomeridiana della settimana Rai.

Stando a queste prime info, si tratterebbe di un appuntamento quotidiano, che andrebbe ad ascrivere il nome della Gregoraci nell’Olimpo delle grandi protagoniste del pomeriggio Rai, come Caterina Balivo ed Elisa Isoardi.

Al momento è ancora tutto da confermare, visto che il palinsesto della prossima stagione è in pieno allestimento e le notizie a riguardo sono ancora poche, come la Cuccarini al timone di La Vita In Diretta. Ma le parole che si leggono su Dagospia infondono grosse speranze a riguardo.

Grosse aspettative

Lo scoop di Dagospia coltiva grandi aspettative, così come starebbe facendo la Rai stessa, puntando moltissimo sul personaggio di Elisabetta ed investendo in dose massiccia su questo nuovo format.

Tanto che già si vocifera che comincerà in ottobre per poi durare tutta la stagione televisiva.

Un bell’impegno per la Gregoraci, che dopo essersi forgiata con ben 100 puntate sul palcoscenico di Made In Sud, ora potrebbe essere pronta al grande salto, per lei l’occasione d’oro. E conoscendo il suo seguito sembra che anche i vertici di Viale Mazzini riponga in lei molta fede, nella speranza che l’ex di Briatore possa rivelarsi l’asso nella manica perfetto per arginare gli ascolti dei competitor ed accrescere quelli della tv di Stato.

Staremo a vedere cosa avrà in serbo la Rai per lei. Basta avere pazienza e aspettare che la cosa sia ufficializzata nelle prossime settimane.