eleonora daniele novità storie italiane

Lontani i tempi in cui la vedevamo a bordo piscina nella casa del Grande Fratello. Oggi Eleonora Daniele è una delle conduttrici più apprezzate e “istituzionali” di tutta la Rai, tanto che – in molti – l’hanno già proclamata come l’erede naturale della Sciarelli (che a dirla tutta, però, non intende lasciare Chi l’ha visto). Lo stile asciutto c’è, l’empatia al momento giusto pure, l’autorevolezza (a volte austera) anche. La Daniele si è ormai cucita addosso Storie Italiane, il talk/emotainment della mattina di Rai 1 che, anno dopo anno, le regala soddisfazioni e numeri in crescita.

Novità e conferme

E così, in una stagione – la prossima – che vede fuori delle teste di serie come Antonella Clerici e Paola Perego, la Daniele si conferma invece come una certezza. Il suo Storie Italiane ci sarà ancora e sarà, in parte, rinnovato da nuove idee. Ad ammetterlo è la stessa Eleonora  Daniele, raggiunta da Tv Blog nel corso della presentazione dei prossimi palinsesti Rai: “Il bilancio è positivo e sto già pensando ad alcune cose nuove da inserire all’interno del programma nella prossima edizione.

Daremo spazio a social e tecnologie, ma anche alle interviste”. La Daniele ha poi aggiunto: “Io sono quella che sta sempre a pensare a quello che devo fare di nuovo”. Naturalmente, però, formula che vince non si cambia. La Daniele resterà quindi fedele al suo pubblico affezionato al giusto mix di storie e cronaca: “Ovviamente continueremo a seguire le inchieste che abbiamo fatto quest’anno, che ci hanno dato grande soddisfazione a livello umano, oltre che per il pubblico. Quest’anno ho testato le interviste nel nuovo orario, hanno funzionato benissimo, perciò saranno sicuramente un punto di forza anche nella nuova edizione”.

Eleonora Daniele
Eleonora Daniele

Niente liti

La Daniele – che l’anno prossimo oltre agli impegni professionali avrà anche un matrimonio da organizzare – tende a precisare come la sua sia un tv costruita in un certo modo. È lecito pensare che si possa parlare di una vera e propria contro-tendenza rispetto alla deriva della tv del dolore e dei programmi trash. “Quella di Rai1  –  spiega la conduttrice – è una televisione molto raccontata, un confronto con toni sempre arginati.

Non credo che le discussioni funzionino molto col pubblico di Rai 1”. E sulla prossima stagione aggiunge: “Continueremo a seguire tante storie, come le mamme di Foggia nei container, seguiremo alcune zone difficili di persone in difficoltà che non siamo riusciti a raccontare, perché noi le nostre storie non le molliamo mai”.

rita dalla chiesa nello studio di storie italiane
Rita Dalla Chiesa con Eleonora Daniele. Fotogramma Rai