Cronaca

Emanuela Orlandi, la lettera di Agca: “Emanuela è viva e sta bene”

L'ex terrorista che cercò di uccidere Giovanni Paolo II, già coinvolto nel caso orlandi, torna a fare dichiarazioni forti
emanuela orlandi

Un lettera diffusa da Fabrizio Peronaci e scritta da Alì Agca, diretta alla stampa internazionale, porta altra nebbia sul caso Orlandi. Agca, noto per essere l’attentatore (successivamente graziato) di Giovanni Paolo II, si arrischia addirittura a dichiarare che Emanuela Orlandi sarebbe viva e starebbe bene, e che ad essere coinvolta nel caso sarebbe la Cia, e non il Vaticano.

Difficile, a questo punto, è farsi un’opinione netta sulle dichiarazioni, che arrivano a seguito di inconcludenti riesumazioni di cadaveri e ossa (in verità mai trovate).

Emanuela vittima di un intrigo internazionale?

Alì Agca è piuttosto sintetico e schietto nella sua lettera.

In primis, parla delle presunte condizioni di Emanuela: “Emanuela Orlandi è viva e sta bene da 36 anni. Emanuela Orlandi non ha mai subito nessuna violenza. Anzi e’ stata trattata bene sempre“. Come scomparì dunque la ragazza figlia di un commesso del Vaticano? Nessuna scomparsa secondo Agca: “Emanuela Orlandi non fu mai sequestrata nel senso classico del termine. Emanuela fu Tuttavia una vittima di un intrigue internazionale per motivi religiosi politici collegati anche con il TERZO SEGRETO di Fatima”.

Le responsabilità? Citofonare “Cia”

Dietro la sparizione di Emanuela non ci sarebbe il Vaticano, secondo Agca, bensì la Cia: “Il governo vaticano non e’ responsabile dell’organizzazione di questo intrigue internazionale (…) io invito la CIA a rivelare i suoi documenti segreti sull’intrigue Emanuela Orlandi confessando anche la Responsabilità diretta della CIA su quel complesso degli intrigue internazionali degli anni 1980”.

L’ex terrorista non ha però accennato a che intrighi ci si starebbe riferendo.

Nessun collegamento né con il Vaticano, dunque, né con Marcinkus, né con Enrico De Pedis (Banda della Magliana). Questo almeno è sempre  quanto sostiene Agca: “Basta con menzogne e calunnie contro i morti come il prelato Marcinkus e Enrico de Pedis e altre persone innocenti.

Nessuna criminalita e nessuna sessualita non c’entra con il caso Emanuela Orlandi”.

Potrebbe interessarti