facciata dell'ospedale villa sofia di palermo

Di questi momenti la notizia che si è risvegliato dal coma Fabio Provenzano, il padre di Antonino e Francesco, i due fratellini deceduti a seguito di un incidente in macchina. Alla guida del mezzo c’era proprio il padre, successivamente risultato positivo ai test tossicologici, che prima di schiantarsi stava facendo una diretta su Facebook.

Alcamo, lo schianto durante la diretta Facebook

Stava registrando un video da postare su Facebook e aveva assunto cocaina, tutto questo mentre guidava l’auto con a bordo i suoi due bimbi, Francesco di 13 anni e Antonino di 9, entrambi deceduti.

Mentre si trovava alla guida infatti Fabio Provenzano ha perso il controllo dell’auto andandosi a schiantare contro il guard rail all’altezza dello svincolo per Alcamo sulla A29 tra Mazara del Vallo e Palermo.

Positivo alla cocaina

Del 23 luglio la conferma quando già si trovava in coma farmacologico: il risultato delle analisi che confermava la presenza di cocaina nel sangue del padre. Il piccolo Francesco è morto sul colpo il giorno stesso dell’incidente mentre il piccolo Antonino, di appena 9 anni, era stato ricoverato in gravi condizioni.

Appena pochi giorni fa la notizia della morte anche del piccolo Antonino, arrivata a poco più di 10 giorni di distanza da quella del fratello. Dopo essere stato ricoverato per 12 giorni con gravi danni cerebrali, il piccolo è morto.

Fabio Provenzano esce dal coma

Il padre, Fabio Provenzano, entrato in coma farmacologico dopo l’incidente, ha riaperto quest’oggi gli occhi a distanza di 2 settimane dall’incidente che ha provocato e in cui hanno perso la vita i suoi 2 figli. Secondo quanto confermato da La Repubblica, sarebbero stati i medici del Trauma Center Villa Sofia di Palermo ad indurre il risveglio di Provenzano che, sul momento, riportò un trauma cranico, un’emorragia cerebrale, un trauma toracico e un trauma alla colonna vertebrale.

Indagato per omicidio stradale aggravato, l’uomo permane ricoverato e in prognosi riservata.