frammenti-boeing-fiumicino-norwegian-nessun-ferito

Un Boeing 787 della compagnia aerea Norwegian ha avuto ieri un problema tecnico poco dopo il decollo, costringendo il comandante a riatterrare al Leonardo da Vinci di Fiumicino dopo pochi minuti di volo. Alcuni frammenti dell’aereo, fra i 5 e i 10 centimetri, si son staccati dal velivolo e hanno iniziato a piovere sulla città laziale. Fortunatamente, non ci sono feriti, la pioggia di metallo ha risparmiato i residenti. Ma non le loro automobili: alcune son state danneggiate dai pezzi di aereo precipitati. I passeggeri invece son stati fatti scendere dal velivolo dopo l’atterraggio d’emergenza, così da permettere l’ispezione del mezzo da parte dell’ANSV (Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo).

Attimi di paura, ma fortunatamente nessun ferito

Per fortuna, l’equipaggio e il comandante si son accorti subito del problema e hanno effettuato un atterraggio d’emergenza facendo dietrofront e tornando sulle piste di Fiumicino. Il Boeing 787 della Norwegian era diretto a Los Angeles assieme a 298 passeggeri, 9 cabin crew e 3 piloti. La pioggia di frammenti è avvenuta intorno alle 16.45 di ieri, circa un quarto d’ora dopo il decollo.

Ha colpito 12 case e 25 macchine, secondo quando riferito dal Comune di Fiumicino. I residenti, rivela Il Messaggero, hanno avuto paura, ma nessuno si è fatto male. Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha poi sottolineato su Facebook quanto questo caso renda ancora una volta necessario discutere sulla compatibilità fra l’aeroporto e la città in tema di sicurezza.

Si indaga sul problema tecnico che ha portato alla pioggia di frammenti dell’aereo

I pezzi di aereo caduti non sono di grosse dimensioni, ma da quell’altezza avrebbero potuto ferire più di una persona, o peggio. Per fortuna, l’incidente ha causato solo lievi danni alle abitazioni e alle auto, lasciando illesi i residenti di Fiumicino. La causa dell’incidente dovrebbe essere, scrive Il Messaggero, un problema tecnico ad un motore del Boeing 787 diretto a Los Angeles.

Ed è proprio durante la fase di atterraggio d’emergenza, perfettamente riuscito senza complicazioni, che i frammenti si sono staccati dal velivolo e son caduti. Ad attendere il Boeing sulla pista, come previsto in questi casi, i mezzi di soccorso e i vigili del fuoco. La compagnia aerea ha poi comunicato, scrive Il Messaggero, che non può rilasciare ulteriori dichiarazioni finché non saranno conclusi i rilievi sull’aereo, ma ha garantito che la priorità della Norwegian è la sicurezza dei suoi passeggeri e dell’equipaggio.

Immagine in evidenza: Facebook “Esterino Montino”