primi piani di giuseppe conte matteo salvini

La crisi di Governo si sposta su Facebook. Il caso Open Arms tiene banco in queste ore dopo che i ministri Trenta e Toninelli si sono rifiutati di firmare il divieto di sbarco. Ora interviene il premier Conte che accusa pubblicamente Salvini di aver riferito male le sue parole per guadagnare consensi.

La lettera di Conte

Ti ho scritto ieri l’altro una comunicazione formale, con la quale, dopo avere richiamato vari riferimenti normativi e la giurisprudenza in materia, ti ho invitato, letteralmente, ‘nel rispetto della normativa in vigore, ad adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori presenti nell’imbarcazione’“, sono queste le prime parole di un premier che pare stufo di incassare quella che lui stesso definisce “slealtà” di Salvini senza parlarne pubblicamente.

Con mia enorme sorpresa, ieri hai riassunto questa mia posizione attribuendomi, genericamente, la volontà di far sbarcare i migranti a bordo”, Conte tiene quindi a chiarire quale fosse la sua reale posizione senza che questa venga “travisata” dal suo vicepremier.

La stoccata di Conte

Comprendo la tua fedele e ossessiva concentrazione nell’affrontare il tema dell’immigrazione riducendolo alla formula “porti chiusi“. Sei un leader politico e sei legittimamente proteso a incrementare costantemente i tuoi consensi. Ma parlare come Ministro dell’Interno e alterare una chiara posizione del tuo Presidente del Consiglio, scritta nero su bianco, è questione diversa“.

Conte prende quindi in mano alla situazione e accusa Salvini di aver alterato appositamente la sua posizione in merito alla questione migranti e nello specifico di quella di Open Arms che si trova al momento appena fuori dal porto di Lampedusa. Poi rincara la dose: “È un chiaro esempio di sleale collaborazione, l’ennesima a dire il vero, che non posso accettare“.

La questione Open Arms

Il Premier passa a poi a discutere la sua posizione sull’immigrazione, ricordando a tutti l’importanza di una soluzione europea che non isoli sempre più l’Italia dal resto d’Europa.

Sulla questione Open Arms poi spiega: “Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo mi hanno appena comunicato di essere disponibili a redistribuire i migranti. Ancora una volta, i miei omologhi europei ci tendono la mano“.

Le ultime parole di questa lettera sono dedicate di nuovo al ministro dell’Interno: “Hai alle spalle e davanti una lunga carriera politica. Molti l’associano al potere. Io l’associo a una enorme responsabilità“.

La risposta di Salvini

AGGIORNAMENTO DELLE 15.40 – Mi pagano non per essere l’anima bella ma per difendere la sicurezza. Se qualcuno è nostalgico dei 200mila sbarchi lo dica, se qualcuno è nostalgico del Pd lo dica. Certo dispiace che certe cose invece che dirle in faccia il gentile Presidente del consiglio le renda pubbliche mente sto lavorando a Castel Volturno“, replica Salvini.