marcello musso

Marcello Musso, 67 anni, pubblico ministero del famoso processo a Martina Levato e Alexander Boettcher, la coppia dell’acido, è morto oggi in seguito ad un incidente stradale. Il magistrato si trovava in vacanza nell’astigiano, dove vive la famiglia, ed era in bicicletta quando è stato investito.

Morto il pm Marcello Musso: investito in bicicletta

Il magistrato era in uno dei pochi giorni di ferie che si concedeva durante l’anno, come raccontano i cronisti che lo hanno visto in azione in celebri processi. Marcello Musso è stato il pm di casi famosi che hanno fatto scalpore, come appunto quello della coppia dell’acido e di diverse inchieste antimafia.

Musso si trovava nella zona tra Agliano e Costigliole, provincia di Asti, dove vivono i genitori. Il magistrato è stato investito da un’auto mentre era in bicicletta. Purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare, nonostante l’immediato soccorso del 118, allertato dallo stesso automobilista. È sopraggiunto sul posto anche l’elisoccorso, ma Musso è morto a seguito dei traumi riportati durante l’incidente.

Il lavoro del magistrato di Milano

Marcello Musso ha avuto in mano fascicoli molto importanti, specialmente inchieste antimafia. Il sostituto procuratore è diventato noto dopo aver trattato il processo alla coppia dell’acido. Martina Levato e Alexander Boettcher sono stati condannati nel 2018 a 19 anni e 21 anni di carcere rispettivamente, per aver sfregiato 4 persone nel 2014.

La Cassazione ha poi confermato la sentenza.

Non è stato il più importante dei processi che ha seguito: Musso è stato pm per i procedimenti che hanno visto imputato Totò Riina, che ha condannato all’ergastolo per diversi omicidi. La sua carriera è stata all’insegna della lotta contro la criminalità organizzata, passando da Palermo a Milano. Al centro del suo lavoro la battaglia a Cosa Nostra e alla ‘ndrangheta, contro cui ha coordinato diverse inchieste sul traffico di droga nel capoluogo lombardo.