isoardi elisa

L’estate volge al termine e in Rai ci si appresta a riportare in tv i programmi più amati, come La Prova del Cuoco. Appuntamento quotidiano, il cooking-show condotto da Elisa Isoardi, sta per tornare con una grande novità ed una nuova simpatica mascotte, seppur arginato negli orari.

È la stessa conduttrice ad annunciarlo, nel corso di una lunga intervista rilasciata al settimanale TV, Sorrisi e Canzoni. Dalla prossima edizione anche gli amici a 4 zampe saranno deliziati da gustose ricette e piatti appetitosi, pensati a posta per loro. E ad accompagnarla quest’anno c’è l’amore più importante della sua vita in questo momento, il barboncino Zenith.

L’arrivo dello chef dog

La Isoardi spiega nel dettaglio come stanno le cose e soprattutto introduce al suo pubblico la nuova figura dello chef dog. “Questa è la novità: Zenit parteciperà al programma perché da settembre avremo uno “chef dog” che insegnerà a preparare ricette adatte a cani e gatti”.

Non solo ricette simpatiche per gli amici pelosi, ma anche tanti consigli e curiosità sulla loro alimentazione perfetta. “Quindi scopriremo se possono mangiare le uova, quanto sale possiamo mettere nei loro pasti…” prosegue Elisa.

Un tempo eravamo abituati a dare loro gli avanzi. Oggi, invece, c’è un’attenzione maggiore alla loro alimentazione. Cominciamo con uno spazio settimanale di almeno sei minuti. Poi vedremo come si evolverà“.

L’incontro con Zenith

Come ha già raccontato via social, Zenith è diventato una parte importante della vita della Isoardi.È il mio unico amore” scriveva qualche tempo fa su Instagram.

Visualizza questo post su Instagram

Lui è il mio unico amore, tutto il resto è noia. #lamiavita

Un post condiviso da Elisa Isoardi (@elisaisoardi) in data:

Al settimanale la conduttrice racconta anche la necessità di accudire un cucciolo e il primo incontro con il suo adorato Zenith.

Avevo bisogno di un cane di taglia veramente piccola e ci ho messo un po’ a trovarlo. Ho voluto conoscere non solo i genitori ma anche i nonni. Dovevo essere sicura che non diventasse un cane di otto chili che poi sarebbe stato difficile trasportare in aereo” spiega Elisa. “Sono andata in un allevamento. Lui era l’ultimo di sette fratelli. Ci siamo guardati e ci siamo scelti, anzi è stato lui a scegliermi, come sempre capita. In realtà ho fatto fatica a portarlo via: lui era il prescelto per la riproduzione perché ha il mantello di un grigio puro, molto omogeneo.

Una tonalità veramente unica“.