Roberto Fico e Matteo Salvini

Che tra Roberto Fico, presidente della Camera, e Matteo Salvini, ex ministro dell’Interno, non corresse buon sangue è cosa risaputa, dibattuta e sorpassata. Ora che non si trovano più a lavorare fianco-fianco ma l’uno in faccia all’altro, i toni si inaspriscono e anche il portone di Montecitorio può essere il pretesto per una bagarre a distanza a colpi di post.

Dai “porti chiusi” ai “portoni sprangati”

Da un lato il presidente della Camera, seduto nel cuore dell’aula all’interno di Montecitorio; dall’altro il leader della Lega ex ministro dell’Interno, in piedi su un palco fuori dalle mura del medesimo edificio; tra di loro un portone, chiuso.

La cronaca di una baruffa annunciata. I toni sono molto più aspri tra Roberto Fico e Matteo Salvini e il loro lontano e gelido scambio di “battute” sui social ne è la prova tangibile. A cadere nell’errore però sembra essere stato Matteo Salvini che non più di 4 ore fa, commentando il discorso di Achille Occhetto a La7, ha così scritto su Facebook: “Il popolo è una brutta bestiadice l’ex segretario comunista – riferendosi ad Occhetto Così va bene sprangare l’ingresso di Montecitorio a sfregio di migliaia di persone che chiedevano solo la più alta espressione della democrazia: le elezioni.

Ma ormai a PD, sinistra e loro alleati evidentemente il popolo fa un po’ schifo“.

Evidentemente conosce poco il Parlamento

Salvini con la frase sprangare l’ingresso di Montecitorio a sfregio di migliaia di persone fa ovviamente riferimento alla passata manifestazione in piazza indetta da lui stesso e da Giorgia Meloni nel giorno in cui alla Camera si votava la mozione di fiducia per il governo giallorosso. Roberto Fico, alla luce del post di Matteo Salvini però nota l’inesattezza e ci tiene a puntualizzare, anche lui via social, la questione: “Chi sostiene che la Camera abbia ‘sprangato l’ingresso di Montecitorio’ evidentemente conosce poco il Parlamento“, commenta tagliente Fico.

L’ingresso principale di piazza Montecitorio è chiuso dai primi di agosto per lavori di ristrutturazione – specifica il presidente della Camera, smentendo Fico – E adeguamento che proseguiranno per l’intero mese di settembre. Tutti gli altri ingressi sono invece regolarmente aperti”.