incendio nell'azienda di Avellino

Di questi momenti la notizia di un violentissimo incendio ad Avellino. Secondo quanto emerso fino ad ora, le fiamme sarebbero divampate dopo una presunta esplosione avvenuta nel piazzale esterno della Igs, un’azienda che produce contenitori in plastica per batterie automobilistiche.

Fiamme nell’impianto, chiusi stabilimenti circostanti

Sono drammatiche le notizie che arrivano da Avellino. Secondo quanto emerso al momento non ci sarebbero fortunatamente vittime né feriti coinvolti nel disastroso incendio che è divampato poco dopo le 13.30 nel piazzale esterno dell’azienda Igs, ubicata nel Nucleo industriale della città. Le fiamme in pochi istanti hanno letteralmente divorato l’azienda che produce plastica finalizzata al confezionamento di contenitori per batterie automobilistiche.

Preoccupazione per sostanze tossiche

Giunti in loco i Vigili del Fuoco, per precauzione sono stati evacuati tutti gli stabilimenti vicini data anche la presenza di una stazione di carburante molto vicino all’azienda in fiamme. Chiamato con immediata urgenza sul luogo anche il personale dell’Arpac per valutare l’eventuale emergenza dovuta alla nube nera che sta sovrastando la zona e che potrebbe far propagare nell’aria un alto quantitativo di sostanze tossiche dovute alla fusione della plastica.

Di questi momenti altre notizie filtrano da Avellino e arrivano dai Vigili del Fuoco che comunica la presenza di 5 squadre dei Vigili in questo momento al lavoro per placare le fiamme e spegnere l’incendio.

L’intervento è ancora in corso.

Aria respirabile

AGGIORNAMENTO DEL 14 SETTEMBRE – L’Arpac non ha segnalato nessun allarme dopo i primi controlli sull’aria della zona. Secondo una nota dell’agenzia regionale per l’ambiente non sarebbero stati superati i valori limite normativi per inquinanti come “idrogeno solforato, ossidi di azoto, monossido di carbonio, ozono, toluene”.