Alvin e Ilary Blasi. Fonte: QuiMediaset/Twitter

È tutto pronto per l’inizio di Eurogames, l’attesa è quasi terminata. Domani, 19 settembre, andrà in onda in prima serata su Canale 5, il programma che si rifà allo storico Giochi Senza Frontiere. Ilary Blasi e Alvin sono pronti al debutto, ci sono molte aspettative da parte del pubblico, e i due conduttori proveranno a non deluderle.

La storia di Giochi Senza Frontiere

Lo storico programma che tenne attaccati gli italiani al piccolo schermo per diverse estati, nacque nel 1965 da un’idea del presidente francese Charles de Gaulle. A sua volta, Giochi Senza Frontiere si ispirava a un vecchio programma italiano del 1959, Camapanile sera.

Quest’ultimo era condotto da Mike Bongiorno, Enzo Tortora e Renato Tagliani (che fu poi sostituito da Enza Sampò). All’inizio, l’intento della trasmissione ideata dal presidente francese era quello di far sfidare giovani francesi contro giovani tedeschi. Si decise, poi, di ampliarlo ad altri Paesi europei. Le nazioni in gara si mettevano in gioco sostenendo una serie di prove da superare, attraverso le quale dovevano guadagnare punti.

Ogni Paese aveva la possibilità di giocare un jolly e, seguendo una turnazione, poteva anche sostenere una prova speciale (chiamata “Fil rouge“).

Infine, negli anni ’80, venne inserita anche una “scommessa“: una squadra poteva decidere di non giocare e scommettere sulla vittoria di un’altra, accaparrandosi gli stessi punti. Il programma era itinerante, ogni anno si svolgeva in città diverse.

Le vittorie dell’Italia

Ogni estate gli italiani guardavano da casa Giochi Senza Frontiere sostenendo le diverse città, senza distinzione tra Nord e Sud Italia. Il Paese ha partecipato a tutte le edizioni, ma ha vinto solo 4 volte: nel 1970, nel 1978, nel 1991 e nel 1999.

Con quest’ultima edizione, in cui l’Italia ha trionfato, è terminato il programma.

Il presentatori del programma storico

Giochi Senza Frontiere andò in onda per diversi anni, dal 1965 al 1982 fu trasmesso su Rai2. Nel 1977 venne trasmessa la prima versione a colori. Le edizioni degli anni ’60 furono presentate da Enzo Tortora. Mentre dal 1973, il programma fu condotto dalla coppia Giulio Marchetti – Rosanna Vaudetti. Il volto più noto al quale è associata la trasmissione è quello di Ettore Andenna, che ne fu il presentatore già dal 1978.

Dopo un periodo di assenza, Andenna tornò dal 1991 al 1996, anni in cui la sfida si spostò su Rai1. Negli ultimi due anni in cui andò in onda, 1998-1999, i conduttori furono Mauro Serio e Flavia Fortunato. Anche personaggi come Claudio Lippi, Milly Carlucci, Carlo Conti, Maria Teresa Ruta e Simona Tagli furono al timone del seguitissimo show.

Il nuovo Eurogames

La nuova edizione, chiamata Eurogames, ha cambiato casa e andrà in onda su Mediaset. Il video di presentazione ha già suscitato ad agosto grandi emozioni nei telespettatori, che non vedono l’ora che inizi domani, giovedì 19 settembre.

Ilary Blasi e Alvin sono pronti a presentare la competizione a squadre: Italia, Germania, Grecia, Polonia, Russia e Spagna, si sfideranno l’una contro l’altra in 9 giochi che verteranno sulle tradizioni delle 6 Nazioni. A rivelare i dettagli è proprio il sito di Mediaset. Per l’Italia ci saranno in gara le città di Otranto, Folgaria, Catania, San Felice e Parma. A supervisionare i giochi ci saranno 6 arbitri guidati da Jury Chechi. Solo chi otterrà più punti passerà il turno per arrivare in finale. Ci saranno 300 concorrenti, 30 squadre (5 città per ogni Nazione) e solo un paese vincitore.

Non resta che attendere domani.

Immagine: Alvin e Ilary Blasi. Fonte: QuiMediaset/Twitter