vittorio grigolo

Da due giorni Vittorio Grigolo, il giovane ma già celebre tenore, è nella bufera: contro di lui sarebbero state avanzate accuse di molestie nei confronti di una ragazza che faceva parte dello spettacolo.

Nello specifico, l’accusa sarebbe quella di aver palpeggiato la ragazza davanti ad altre persone: si era dichiarato in un primo tempo che il gesto non era affatto piaciuto alla ragazza né ad altre persone presenti sul palco.

Diverse fonti stanno riportando una versione dei fatti che porterebbe il “caso di molestia” a divenire “scomodo equivoco”.

Palpeggiamenti a una pancia finta?

Pare, infatti, che l’oggetto del momento di tensione tra Grigolo e una ballerina sia stato dovuto a una pancia finta, indossata dalla ballerina durante lo spettacolo e anche al momento degli applausi a sipario chiuso.

Nel Fast di Gounod (dove Grigolo interpreta proprio Faust) entra in scena a un certo punto una donna incinta alla quale Faust rifiuta di toccare la pancia (che ovviamente è una protesi finta indossata dall’attrice).

Al momento degli applausi Grigolo avrebbe, davanti a tutti, toccato con fare scherzoso la pancia finta della ragazza e quest’ultima si sarebbe arrabbiata molto per il gesto.

Da lì sarebbe nato un litigio tra i due davanti al resto degli attori. 

Il commento di Grigolo: “Stiamo collaborando”

Vittorio Grigolo, un’ora fa circa, ha fatto una prima dichiarazione su quanto accaduto: “Cari amici, innanzitutto ringrazio dal cuore tutti i fan e gli amici che mi sono vicini con tanti messaggi, dimostrazioni di affetto e supporto. Io sono sereno, con il mio team stiamo collaborando con Royal Opera House dando la nostra completa disponibilità per tutti i chiarimenti del caso”.

Tocca ora attendere per capire cosa sia accaduto effettivamente su quel palco e quali potrebbero essere, se ce ne saranno, le conseguenze su Grigolo e la sua carriera al Royal Opera House.