Scena del crimine

La comunità di Hinesville, in Georgia (USA) è sconvolta dalla vicenda: due gemelline credute scomparse sono state ritrovate nel cortile di casa, chiuse in auto e sotto al sole. Sono morte per un colpo di caldo.

Le bambine affidate a genitori adottivi

Raelynn e Payton Keyes, 2 gemelline di quasi 4 anni, sono morte in circostanze accidentali, come dichiarato dalla polizia di Hinesville, ma sulle quali si sta ancora cercando di fare chiarezza. Le 2 bambine erano state affidate a dei genitori adottivi dai Servizi Sociali della Georgia, ma in quel momento non erano in casa.

Le bambine erano infatti state affidate ad una terza persona al momento della scomparsa. Non trovandole in casa sono iniziate le ricerche, che si sono estese per tutto il vicinato. Dopo un po’ di tempo, hanno ricontrollato il retro e scoperto che le bambine erano all’interno dell’auto, parcheggiata sotto i 33° di domenica scorsa.
Immediata la chiamata dei genitori adottivi al 911, ma era già troppo tardi. La causa del decesso è stata stabilita in colpo di calore.

La madre biologica aveva già perso una figlia

La misura dell’affidamento si è ritenuta necessaria per via delle condizioni psicologiche dei genitori biologici.

La madre, Skye Keyes, ha raccontato all’emittente WTOC di aver già perso la prima figlia 3 settimane dopo il parto. Sei mesi dopo è rimasta incinta delle gemelle, ma il peso del lutto non ha messo i genitori in condizione di prendersi cura dei figli.
Le bambine vedevano regolarmente i genitori biologici, l’ultima volta 2 giorni prima della tragedia, assieme all’assistente sociale che gestisce il caso. “È un incubo – dice la madre – Non importa nient’altro, dov’era la donna che doveva guarirle?

Non ha senso“. Benché consapevole che niente le restituirà le figlie, Skye vuole risposte su questa assurda tragedia.

Mancano ancora delle risposte

Per quanto il caso, tragicamente simile a tanti altri visti anche recentemente e nel nostro Paese, sia stato classificato come accidentale, la polizia sta ancora cercando di chiarirne degli aspetti. Come le bambine siano entrate in auto e la natura del rapporto dei genitori adottivi con quest’altra persona, soprattutto. Il Capitano Tracey Howard della polizia di Hinesville ha dichiarato: “Stiamo mettendo insieme i pezzi per cercare di capire cosa ha portato alla loro morte”.


Solo pochi mesi fa, un altro caso simile, a New York, dove un padre ha lasciato per 8 ore in auto i suoi due figli.