carlo conti

Carlo Conti è tornato con il suo Tale e Quale Show e durante un’intervista a Vero ha aperto alla possibilità di condurre una versione del programma “nip”, escludendo tuttavia l’ipotesi di farne una con i bambini. A svelare la ragione di questa presa di posizione è lui stesso. Il presentatore si è poi espresso anche sulla conduzione di Amadeus della prossima edizione del Festival di Sanremo.

Carlo Conti: il no secco a una versione “kids” di Tale e Quale Show

Per Carlo Conti, non esiste la possibilità di condurre una versione di Tale e Quale Show in cui i protagonisti siano i bambini.

Il format pare sia stato sperimentato in Spagna. Per Carlo Conti è dunque assolutamente fuori questione.

Come si legge su Il Giornale, il motivo di questa decisione l’ha svelato proprio lui durante l’intervista a Vero: “Contrariamente a quello che succede all’estero, non farei mai una versione con i bambini di questo programma. Lo dico da uomo di televisione e da padre: mi piacciono i bambini che fanno i bambini. Ecco perché invece ho detto di si allo Zecchino d’Oro, per esempio“.

Insomma, per il presentatore non c’è alcun Tale e Quale Show “kids” all’orizzonte, ma per un’edizione del programma completamente “nip” pare sia invece disponibile.

Carlo Conti, Amadeus e il Festival di Sanremo 2020

Dopo essere stato al timone di diverse edizioni del Festival di Sanremo, Carlo Conti ha detto la sua sulla prossima, quella del 2020, commentando la scelta di affidarlo ad Amadeus. Carlo Conti si è espresso in merito al direttore artistico in toni entusiastici: “Sono felice che il Festival sia stato affidato a lui. Abbiamo fatto entrambi tanta gavetta partendo dalle radio e condividiamo la passione per la musica.

E’ giusto che gli sia stata data questa prestigiosa opportunità: farà bene, ne sono certo, e si divertirà“. Il presentatore che aveva già espresso il suo pieno appoggio al collega ha dunque ribadito il concetto.