Adrian la Serie

Dopo la brusca interruzione e le tante voci che si sono susseguite, Adrian è pronto a tornare. Dal 7 novembre la serie di Adriano Celentano torna su Canale 5 e promette novità.

Rinvii, malanni e ascolti flop

Ad Adriano Celentano va riconosciuta tanta caparbietà. Dopo la sospensione del programma a inizio febbraio, infatti, erano circolati i primi rumors. Ufficialmente il programma del Molleggiato era stato sospeso per via di un malanno stagionale del presentatore, ma è difficile pensare che sia durato ben 9 mesi. Il drastico calo di ascolti di certo non ha aiutato: dopo i 4 milioni di spettatori all’esordio, la serie è crollata al 2% di share.

Complice dello stop, anche la messa in onda di un colosso degli ascolti come Il Commissario Montalbano. Un po’ di questo e un po’ di quello, tattica o flop che sia, la serie era stato sospesa almeno fino all’autunno.
Adesso è pronto a ritornare, con importanti novità e al centro sempre la magnetica figura di Adriano Celentano.

Nuovi ospiti campioni d’ascolto

Per ripartire, la serie sembra innanzitutto aver optato per un cambio nome: da Adrian a… Adriano. Non è chiaro quanto questo possa migliorare gli ascolti. Adriano Celentano comunque tornerà a presentare il peculiare show composto da interviste e la trasmissione della serie animata.

Disegni di Milo Manara e musiche di Nicola Piovani. Un progetto in corso da oltre 10 anni, prima con Sky e quindi con Mediaset, per un budget che ha sforato i 20 milioni di euro.
Forse per rientrare un po’ di questa enorme spesa, la serie tornerà dal 7 novembre e Dagospia ha fatto i nomi di due super-ospiti chiamati proprio a fare ascolti. Si tratterebbe di Carlo Conti e Paolo Bonolis, due pesi massimi dello share di casa Rai e Mediaset. Oltre a loro, le voci parlano di altri ospiti: il Molleggiato metterà sotto torchio figure politiche e rappresentanti di governo.


Un nuovo tentativo per Adriano Celentano, nella speranza che questa volta abbiano abbassato il volume degli spot.

Immagine in evidenza: adrianlaserie / Instagram