Montalbano in primo piano

Cantami, o Diva del pelide Montalbano” si potrebbe leggere sui muri di Viale Mazzini. Il commissario frutto dell’estro artistico del defunto Camilleri continua a riscuotere un successo pazzesco e poco importa che siano puntate viste e riviste, il commissario di Vigata permane un cult a cui i telespettatori non riescono a rinunciare premiandolo di volta in volta con dati Auditel da capogiro.

Ascolti tv: Il commissario Montalbano vince ancora

Non così bene come Imma Tataranni, la versione “pink” di Montalbano, ma comunque benissimo per essere una replica e meravigliosamente bene per essere un lunedì sera come altri in cui, oltretutto, su Canale 5 c’è un colosso come Checco Zalone.

Il Commissario Montalbano nulla teme e per la Rai è ormai una carta sicura. Entrando nella specificità dei dati Auditel, Montalbano sopravvive a Che bella giornata, il film di Checco Zalone andato in onda su canale 5, con un invidiabile 20,4% di share. Pochi punti sotto la Imma Tataranni del giorno precedente e ugualmente sul primo gradino del podio con uno stacco evidente e quasi incolmabile dal secondo classificato.

Ascesa di Stefano De Martino: terzo con Stasera tutto è possibile

La pellicola di Zalone il suo successo tuttavia lo riscuote, portando lo share all’11% con 4,6 milioni di telespettatori.

Nessuno sforzo però è valso per conquistare il primo posto sul podio che diventa quasi impercettibile ad occhio nudo tale è stata la lontananza da Montalbano. Ottimi i risultati per Stefano De Martino: il ballerino ormai anche navigato conduttore continua a crescere con la sua prima esperienza al timone di Stasera tutto è possibile portando nuovamente Rai2 sul podio con il 9,4% di share e 1,9 milioni di spettatori. Poco meno fa Report, in onda su Rai3 che si è difeso con un buon 9,1% di share. Non brillante lo share sul Nove che ha mandato in onda uno speciale su Stefano Cucchi, a 10 anni esatti dalla morteStefano Cucchi, La seconda Verità – che ha conquistato solo lo 0,9% di share.