classe scolastica

Milano piange il piccolo Leonardo, il bambino caduto dalla tromba delle scale dal secondo piano di una scuola. Quella in cui frequentava da poco più di un mese il suo primo anno di elementari. Il piccolo era uscito dalla classe per andare in bagno e poi il dramma che ha lacerato il cuore di una coppia di genitori, dei nonni, dei compagni di classe e dell’insegnante e della bidella presenti al momento del drammatico incidente.

In questi giorni sono tante le notizie che si susseguono, a partire dalla dinamica dei fatti, alle parole dei nonni che chiedono giustizia e risposte.

I funerali del piccolo Leonardo

Nel tardo pomeriggio di martedì 22 i medici hanno dichiarato la morte cerebrale del piccolo Leonardo, ora è venuto il tempo del lutto e dell’addio per il piccolo.

La salma del bimbo, che il prossimo dicembre avrebbe compiuto 6 anni, è stata affidata alla famiglia. I funerali si terranno venerdì 25 alle 14.45 nella parrocchia di San Giovanni Battista alla Bicocca. L’annuncio arriva dai famigliari tramite il manifesto mortuario, la parrocchia è vicinissima alla scuola ed era frequentata dalla famiglia del piccolo e da altre del quartiere.

Niente lutto cittadino

Milano si stringe attorno alla famiglia ma il sindaco Sala ha fatto sapere che al momento non dichiarerà il lutto cittadino per rispettare il desiderio della famiglia di poter vivere questo momento di lacerante dolore in privato.

Il sindaco ha però fatto sapere che il comune resta a disposizione della famiglia.

Il sindaco stesso ha espresso il proprio cordoglio, sottolinenando che in momenti come questo la politica dovrebbe fare un passo indietro e rispettare il suo ruolo di sostegno, ha affermato. “Per Milano oggi è un giorno doloroso. Per me uno dei più tristi da quando sono Sindaco. In questi giorni sono stato, con la doverosa riservatezza del caso, in costante contatto con i medici e attraverso loro ho espresso la vicinanza alla famiglia.

Adesso però ogni parola è superflua e non posso che mandare un grande abbraccio a nome di tutta Milano alla mamma, al papà e a tutti i familiari.

Il cordoglio del ministro Fioramonti

Parla anche il neo-ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti che ha fatto sapere di aver disposto tutti gli accertamenti dovuti e di avere piena fiducia nella magistratura. “(…) Il mio pensiero oggi è però solo quello di un padre. È un giorno di lutto per tutto il mondo della scuola” ha scritto su Facebook.

La scuola G.B. Pirelli si è stretta in un silenzio luttuoso e, tramite il sito Amici della G.B. Pirelli, hanno fatto sapere che non c’è l’intenzione di rilasciare interviste. Sempre dal sito è arrivato il messaggio di cordoglio per la famiglia del piccolo Leonardo: “L’Associazione Amici della G. B. Pirelli si stringe in un abbraccio alla famiglia del bimbo deceduto a seguito del tragico incidente del 18 ottobre 2019”. Non solo, è in fase di valutazione anche l’attivazione di un servizio di sostegno per i bimbi della scuola: “L’Associazione è vicina a tutti i bimbi della scuola, alle loro famiglie e al personale della G. B. Pirelli. Il Consiglio Direttivo dell’Associazione sta valutando iniziative a supporto dei bimbi, delle famiglie e del personale della scuola in questa triste circostanza”.