Daniele Potenzoni

Sfuma la speranza sul presunto avvistamento di Daniele Potenzoni a Roma, precisamente dentro un bar di Trastevere. Le immagini rimandavano a una notevole somiglianza tra la persona inquadrata dalle telecamere interne del locale e l’uomo scomparso nel 2015, ma Chi l’ha visto? ha risolto il mistero arrivando a scoprirne la reale identità con un servizio di Pablo Trincia. È l’ennesima delusione per la famiglia Potenzoni, impegnata in una ricerca che percorre le tracce di un giallo lungo 4 anni.

L’uomo avvistato a Roma non è Daniele Potenzoni

L’uomo avvistato in un bar di Roma, zona Trastevere, non è Daniele Potenzoni. La conferma arriva grazie a un servizio di Chi l’ha visto?

, dopo la segnalazione ritenuta interessante dalla stessa famiglia dell’uomo scomparso nel giugno 2015 alla stazione Termini.

L’attenzione si era addensata intorno ad alcune sequenze catturate da una telecamera interna al locale romano, che sembravano aver immortalato l’ingresso di una persona il cui aspetto e la cui camminata avevano qualcosa di simile ai tratti identificativi dello scomparso.

Ma la pista battuta fino a poche ore fa è sfumata di fronte alla realtà: la squadra di Chi l’ha visto? è riuscita a risalire all’esatta identità dell’uomo ripreso in quel filmato, seguendo una serie di testimonianze che hanno messo Pablo Trincia sulle sue tracce: “Lo conosco, non è Daniele Potenzoni”, ha asserito una residente, aprendo così all’ipotesi che l’avvistamento non fosse vero, fino alla definitiva certezza.

La lettera e il Monastero

Pochi giorni prima del presunto avvistamento poi approfondito da Pablo Trincia per Chi l’ha visto?, la redazione della trasmissione di Federica Sciarelli avva ricevuto una misteriosa lettera anonima che ricalca un’altra ipotesi.

Si tratta di una breve missiva, contenente due impronte digitali, in cui l’ignoto scrivente indica il Monastero di Santa Chiara come luogo della Capitale in cui Potenzoni potrebbe aver trovato rifugio.

Ed era stato proprio l’impulso dato da quelle poche righe ad accendere il fuoco della ricerca intorno a quell’area di Roma.

Raggiunta da Chi l’ha visto?, una delle suore del convento aveva dichiarato di aver visto “un uomo incappucciato” che poteva essere il giovane autistico di cui si è persa ogni traccia nel 2015.

*immagine in alto: Daniele Potenzoni, scomparso a Roma nel 2015 – fonte/Facebook Francesco Potenzoni, dimensioni modificate