barra santamaria

Claudio Santamaria e Francesca Barra sono stati ospiti del programma Storie Italiane di Eleonora Daniele. La coppia ha parlato in diretta di come sia stata vittima di “odiatori da social”, invocando giustizia. Inoltre, c’è stato spazio anche per un riferimento molto doloroso alla perdita del loro bambino avvenuta a maggio. 

La battaglia di Santamaria e Barra contro gli “haters”

L’attore Claudio Santamaria e Francesca Barra si sono scagliati contro i cosiddetti “haters” a Storie Italiane. La Barra ha, innanzitutto, ringraziato Eleonora Daniele per il fatto che li abbia supportati nella battaglia contro gli “odiatori da social” e Santamaria ha affermato quale sarebbe la punizione esemplare per chi li usa in modo così improprio: “Devi avere un daspo, un’interdizione dai social per un determinato periodo di tempo”.

La giornalista ha detto che chi ha diffamato lei e i suoi bambini è a processo e sono già passati 2 anni: Stiamo lottando in modo che questo caso non sia un precedente negativo”. La legge c’è e va rispettata. L’attore e la moglie non hanno nessuna intenzione di arrendersi fino a che non sarà fatta giustizia.

Il dolore per l’aborto di Francesca Barra

Durante l’intervista, Eleonora Daniele ha anche chiesto ai due se volessero condividere il racconto dell’aborto spontaneo avuto da Francesca Barra scorso 26 maggio.

Questo ha provvisoriamente distrutto il suo sogno e quello di Santamaria di avere un figlio loro. “È una ferita ancora aperta“, ha dichiarato la giornalista, “Abbiamo scelto di parlarne pubblicamente per via dei tantissimi messaggi che abbiamo ricevuto da genitori che hanno vissuto il nostro stesso dolore”.  Inoltre, si è ripercorsa la loro storia d’amore, come si siano ritrovati dopo anni e che proprio l’attore ha fatto la prima mossa con Francesca.

Claudio Santamaria e Francesca Barra sono anche autori di La giostra delle anime, un libro dove hanno inserito molte delle loro emozioni e delle loro storie.

Il romanzo è  il racconto di fantasia e di magia che tempo fa Francesca Barra, durante un’intervista a Leggo, definiva: Una storia di ricerca di verità e legami autentici”.