esplosione ad alessandria e vigili del fuoco sul luogo

Lasciano sgomenti le fotografie e i video che arrivano da Alessandria, precisamente da Quargnento dove questa notte, intorno alle 2, si è verificata un’esplosione in un cascinale. Sul luogo si trovavano già i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, intervenuti per domare l’incendio quando sono stati investiti dalle fiamme della deflagrazione. Nell’esplosione hanno perso la vita 3 Vigili del Fuoco. Si indaga sulla dinamica dell’accaduto: sembra che sulle bombole di gas siano stati rinvenuti degli inneschi che farebbero presupporre ad un’esplosione premeditata, appositamente studiata.

Alessandria, morti 3 pompieri: altri 3 feriti in ospedale

Dolore dei Vigili del Fuoco per la perdita dei colleghi nell’esplosione di Quargnento (AL).

Il Capo Dipartimento Salvatore Mulas e il Capo del Corpo Fabio Dattilo esprimono tutta la vicinanza alle famiglie dei 3 vigili del vittime del dovere e ai colleghi tutti e di Alessandria“, sono le parole che arrivano direttamente dal profilo Twitter dei Vigili del Fuoco. Insieme alle parole di cordoglio, le immagini e i video della tragedia.

Un’esplosione che potrebbe essere stata dolosa

Secondo quanto ricostruito al momento, era circa mezzanotte quando una prima esplosione ha travolto una porzione disabitata di una cascina in provincia di Alessandria, a Quargnento. Si chiamavano Matteo Gastaldo, Marco Triches e Antonino Candido i 3 Vigili del Fuoco morti nell’esplosione.

Trasferiti in codice rosso negli ospedali di Alessandria e Asti, ma non in pericolo di vita, altre 3 persone: il caposquadra dei Vigili del Fuoco Giuliano Dodero, un altro pompiere Luca Trombetta e il carabiniere Roberto Borlengo. Secondo quanto ipotizzato sinora sull’accaduto, l’incendio che ha richiesto l’intervento dei soccorsi non sarebbe stato accidentale ma potrebbe essere stato doloso: attive tutte le indagini sull’accaduto.

L’audio del vigile del Fuoco: “Un attentato studiato male

Di questi momenti anche le parole di un vigile del fuoco contenute in un audio in possesso dell’agenzia stampa, AdnKronos, in cui sembrerebbe chiara la dinamica dell’esplosione confermando il sospetto del dolo.

Il capo del Corpo ci ha radunato tutti per fare il punto della situazione questa mattina – si legge su AdnKronos che riporta la trascrizione dell’audio – Le bombole erano messe in modo da fare esplodere la palazzina. Quindi è stato un attentato studiato male“. Sulle bombole del gas che hanno provocato la seconda esplosione potrebbero esserci stati dunque degli inneschi appositamente posizionati per farle esplodere a distanza e far volutamente crollare la palazzina. Parole che ovviamente permangono delle ipotesi e che sono in attesa di essere confermate attraverso un lavoro d’indagine.

Il cordoglio della politica: il dolore di Mattarella

Di questi momenti le parole di cordoglio espresso dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso, durante un intervento in provincia di Alessandria, dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo“. Sempre nel messaggio di Mattarella: “In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a lei e al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e di riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività“.

Arrivano insieme alle parole di Mattarella anche le parole di Matteo Salvini: “Una preghiera e un pensiero per i Vigili del Fuoco morti questa notte un abbraccio alle famiglie e ai colleghi feriti. Onore a chi mette in gioco la propria vita per salvare quella degli altri, l’Italia piange per Voi“. Di seguito, anche le parole di Di Maio: “Un abbraccio in questo momento di dolore alle famiglie dei Vigili del Fuoco morti in servizio vicino ad Alessandria e un augurio di pronta guarigione ai feriti. Il mio pensiero va a chi ogni giorno rischia la propria vita al servizio del nostro Paese“.

*immagine in alto: Twitter/Vigili del Fuoco (dimensioni modificate)