Al Bano e Ylenia Carrisi

Nei giorni che precedono il compleanno di Ylenia Carrisi, Al Bano si lascia andare a una riflessione sulla sua misteriosa scomparsa. L’artista ha rilasciato un’intervista al settimanale Oggi, in cui ha svelato un drammatico retroscena legato al suo approccio all’immenso dolore che lo accompagna. Anche Romina, come lui, vive la stessa tragedia e affida al suo profilo Instagram struggenti pensieri sul passato.

Al Bano racconta il suo dolore

Il dolore per la perdita di un figlio non si dimentica e non si affievolisce, e Al Bano e Romina lo sanno perfettamente. Hanno sempre vissuto il dramma della scomparsa della figlia, Ylenia, con estrema dignità ma anche con grande riservatezza, senza offrire mai troppo all’occhio dei curiosi.

In una recente intervista del cantautore al settimanale Oggi, emergono retroscena taglienti sulla tragedia che ha colpito i Carrisi e che, dal 1994, non ha mai trovato una soluzione.

Quando perdi una figlia in quella maniera, anzi in qualunque altra maniera succeda, ti chiedi ‘perché proprio a me che sono un credente, che sono un cristiano?’. In quei momenti di pazzia mentale non puoi evitare quei pensieri (…) mi sentivo contro Dio“.

Il Leone di Cellino San Marco ha rivelato di aver smarrito temporaneamente la fede, e di averla poi ritrovata come ancora di salvezza dal “buio profondo” in cui è precipitato: “Ho chiesto scusa a Dio per questa mia reazione“.

Lo strazio di Romina Power

Pochi giorni prima dell’uscita dell’intervista ad Al Bano, Romina Power ha affidato al suo Instagram alcune riflessioni sulla figlia scomparsa. Sono scorci di amore eterno e di infinito dolore, quelli che si avvicendano tra le foto pubblicate dalla cantante sui social.

Istantanee che hanno cristallizzato una felicità che non c’è più, sepolta sotto 25 anni di mistero. “The complicity we had was unique“, ha scritto l’ex moglie di Al Bano, sottolineando il rapporto di complicità “unico” tra lei e la loro adorata figlia.

Il 29 novembre è il giorno del compleanno di Ylenia Carrisi, nata nel 1970 e inghiottita dalle spire di un giallo sconvolgente nel 1994.