gemma e juan

Stavolta Gemma Galgani sembra aver perso la testa. Non si vedeva un coinvolgimento della Dama di questo calibro dai tempi di Giorgio Manetti. Con il bel venezuelano Juan Luis Ciano, la torinese ha fatto scintille durante l’ultima punta del Trono Over.

Al pubblico è apparsa evidentemente coinvolta, ma ora è lei stessa che conferma il coinvolgimento. Lo ha fatto in un’intervista rilasciata alla rivista ufficiale di Uomini & Donne. Il paragone con il cavaliere fiorentino è inevitabile, ma lei ci tiene a mettere in chiaro una cosa: “Lui non è Giorgio, è Juan“.

Gemma affascinata dal venezuelano

Viene dal Venezuela, ma vive in provincia di Napoli l’avvenente 57enne che ha letteralmente stregato la Galgani. Gemma sembra essere stata molto colpita dal nuovo corteggiatore e sembra pronta ad abbandonarsi a questa conoscenza in maniera totale.

Le buone vibrazioni sono arrivati sin dai primi istanti. “A primo impatto mi ha colpita il suo sorriso” ha spiegato la dama al magazine. “E poi è stato un crescendo, proprio come in un concerto“. Poi ammette: “Ebbene sì, è scattato il “coup de foudre”! Lo sentivo molto vicino e mentre ballavamo le sue labbra mi attiravano come una calamita.

Poi la conoscenza ha confermato le mie prime sensazioni: è davvero una bella persona, sempre disponibile, ironico. Di lui mi piace il rispetto che ha verso la famiglia, mi piacciono la sua lealtà e la sua trasparenza. È un uomo che non sopporta l’ipocrisia. Ma soprattutto mi ha colpito la sua grande sensibilità. Questo è un fattore molto importante per me che, a sette anni, chiedevo al babbo: “Ma la sensibilità, babbo, è una malattia dalla quale si guarisce?”.

Il babbo mi rispondeva che averla è dono prezioso, ma che dovevo imparare a conviverci senza farmi del male“.

Il paragone con Giorgio Manetti

Poi sottolinea: “Comunque lui non è il nuovo Giorgio, è Juan“. Il nome di Giorgio Manetti spunta fuori nel corso dell’intervista di Gemma a Uomini & Donne Magazine. “Spero che Juan caratterialmente non sia come Giorgio” si augura la dama.

Il ricordo di Manetti fa ancora male alla torinese: “Mi ha fatto soffrire tanto, continua a rilasciare interviste in cui dimostra di non aver riguardo per le donne”.

Poi prosegue: “Non mi piacciono i confronti e non ne faccio. In nessun uomo cerco qualcosa di Giorgio, che sia ben chiaro per tutti. Non ho mai cercato sostituti di qualcuno che nella mia vita non esiste più. E Juan Luis senza alcun dubbio non lo è, ha una propria personalità ben marcata. Non cerco un clone che somigli a Giorgio! Anzi, spero proprio che non abbia quei lati caratteriali di Giorgio che mi hanno fatta soffrire tanto. Lui era troppo preso da se stesso per tuffarsi davvero in una storia d’amore”.