tampon tax manovra

La bocciatura della Commissione Finanze della Camera dei Deputati dell’emendamento per l’abbassamento dell’Iva sugli assorbenti ha destato una ferma reazione delle firmatarie e del popolo social. La decisione è stata rivista oggi, con la Commissione che ha riammesso l’emendamento presentato da Laura Boldrini nel decreto legge fiscale. Questo emendamento si propone di abbassare le tasse sui prodotti sanitari e igienici femminili dal 22% al 10%, una battaglia che si combatte da molti anni. Gli assorbenti infatti non vengono riconosciuti oggi come beni di prima necessità, ma sono tassati quanto oggetti di lusso (un parallelo molto frequente è quello con il tartufo, tassato al 5%).

La Tampon Tax torna nel decreto fiscale

La notizia arriva nel pomeriggio: la Tampon Tax torna in Manovra dopo la presentazione dei ricorsi a seguito della dichiarazione di inammissibilità dell’emendamento. La decisione di bocciarlo ha destato la reazione di Laura Boldrini, che ne è firmataria insieme ad altre 32 deputate bipartisan. “Ad essere stata bocciata non sarebbe Laura Boldrini ma milioni di donne e ragazze, costrette a pagare caro beni di prima necessità“, aveva commentato la deputata del PD. Boldrini era pronta a chiedere alle colleghe del Senato, dove il decreto fiscale deve arrivare entro il 25 dicembre, di continuare a chiederne la discussione.

La battaglia del taglio dell’Iva per gli assorbenti

A felicitarsi della decisione della Commissione Finanze è Beatrice Brignone, segretaria di Possibile. Il movimento fondato da Pippo Civati per primo aveva chiesto l’abbassamento dell’Iva per i prodotti igienici per le donne nel 2016. La proposta era di arrivare al 4%, ma nessuno dei governi che si sono succeduti da allora ha mai discusso la questione.

Myrta Merlino, conduttrice de L’Aria Che Tira, si è espressa sull’inerzia di fronte al costo dei prodotti igienici. “L’Italia è quel Paese strano dove ci si può abbuffare di tartufo senza dover essere ricchi ma avere il ciclo è un lusso.

Dobbiamo aspettare che li usino gli uomini perché finalmente si abbassi l’Iva sugli assorbenti?“, ha commentato ironica la giornalista sui social. La proposta di detassazione non è stata abbracciata solo da donne. Anche molti uomini hanno preso posizione a sostegno di questo cambio di passo, specialmente sui social.