Luciana Littizzetto seduta in salotto

Le interviste nei variopinti salottini di Raffaella Carrà, che cambiano di volta in volta, riescono sempre a portare a galla dei retroscena che difficilmente riuscirebbero a venire a galla. Una “regola” valsa anche per Luciana Littizzetto che confidandosi al caschetto biondo d’Italia, ha resuscitato un ricordo che lega la sua esperienza materna a Maria De Filippi.

Luciana Littizzetto, l’intervista a Raffaella Carrà

È un racconto molto intimo quello di Luciana Littizzetto, scelta dalla Carrà come ultima ospite di A raccontare comincia tu. Dopo qualche divertente momento trascorso in cucina insieme alla Carrà, le due si sono spostate nel salotto dove i discorsi hanno preso una piega più seria.

La Carrà ha infatti incalzato la Littizzetto a raccontarle, partendo dal principio, come ha vissuto l’affido di Vanessa e Jordan, i suoi due figli di origine kossovara.

L’affido dei figli e il retroscena su Maria De Filippi

Io avevo insieme a Davide fatto la richiesta per un bambino solo – racconta la Littizzetto – Tutto è nato da un discorso che feci con Maria De Filippi“. Un retroscena, si intende, che sarebbe difficilmente sarebbe stato svelato e che così prosegue: “In una situazione tipo questa, assolutamente confidenziale a casa sua che mi chiedeva una roba di una trasmissione.

Con una spremuta in mano e lei mi raccontò la storia di suo figlio Gabriele, che inizialmente era in affido anche lui“. Una notizia che la Carrà conosceva bene avendo già precedentemente intervistato, sempre a A Raccontare Comincia tu, proprio la De Filippi. “Quindi son tornata a casa a dicevo a Davide ‘anche a me piacerebbe fare questa esperienza’ – prosegue la Littizzetto – Un piccolo pezzo di strada con dei ragazzi che hanno avuto delle difficoltà, con dei genitori fragili.

E così abbiamo cominciato la pratica però a Milano“.