liguria maltempo

L’allerta rossa si allarga a tutto il Nord Ovest della Penisola, colpito dall’ondata di maltempo. Esondazioni e allagamenti stanno riversandosi sul Piemonte, specialmente nelle provincie di Alessandria e Cuneo, ma situazioni critiche si stanno vivendo anche nelle Valli. La Liguria è forse al momento la più danneggiata, con mareggiate che stanno frustando Genova e Savona e un disperso nel fiume Letimbro fortunatamente ritrovato vivo dai soccorritori. Sulle montagne la situazione non è migliore, con frane che stanno isolando paesini, come Champorcher, in Valle d’Aosta. La Protezione Civile sta lavorando senza sosta per contenere i danni della perturbazione, che domani si allargherà al Centro Sud.

Continua l’aggressione del maltempo in Nord Italia

Dopo il crollo di Venezia, che boccheggia sotto l’alta marea della settimana scorsa, gli effetti devastanti del maltempo si spostano nel resto del Nord. Gli eventi atmosferici di questa portata si stanno moltiplicando in Italia: nel 2018 siamo stati colpiti da 148 eventi meteorologici estremi, secondo il rapporto di Legambiente. All’inizio del 2019, invece, sono stati “175 gli eventi climatici estremi che hanno flagellato l’Italia con tempeste di grandine, bufere, tornado, pioggia violenta, vento e valanghe“.

A dirlo è stata Coldiretti nel rapporto dello scorso maggio, che specifica sono stati “il 62% in più dello stesso periodo dello scorso anno“.

Quello che stiamo vivendo è un promemoria della situazione: una crisi climatica che sta già bussando alla nostra porta. E l’inverno appena iniziato non sta dando tregua al Nord, dalla Valle d’Aosta alla Liguria allagamenti e smottamenti stanno paralizzando la regione, flagellata da giorni ininterrotti di pioggia.

Allerta rossa in 3 regioni

La Protezione Civile emette un avviso di condizioni meteorologiche avverse, dopo quello di ieri, a causa del peggioramento delle condizioni meteo. “L’approfondimento di una saccatura sul Mediterraneo occidentale sta determinando un ulteriore peggioramento delle condizioni meteorologiche sulle regioni di Nord Ovest dell’Italia, con precipitazioni intense e persistenti che si protrarranno fino alla giornata di domani“, recita il comunicato stampa.

Nelle prossime ore, inoltre, la fase di maltempo si estenderà al Centro Sud, con intensificazione dei venti dai quadranti meridionali. Per l’intera giornata di domani, un flusso di correnti sud-orientali investirà tutti i settori ionici, associato a precipitazioni intense che assumeranno carattere di persistenza, specie sulla Calabria“. Per questo l’allerta rossa interesserà Liguria, Piemonte e Calabria, ma da Nord a Sud tutte le regioni sono richiamate da allerte arancioni e gialle.

Comuni isolati e allagamenti in Piemonte

Nel corso della giornata di oggi è stato chiuso un tratto della A5 Torino-Aosta tra  Pont-Saint-Martin e Ivrea dopo una frana a Quincinetto. Un’altra valanga sulla strada provinciale, sempre in Valle d’Aosta, ha invece isolato la valle di Champorcher. Le piogge non accennano a diminuire nemmeno in Piemonte dove le provincie lottano contro le esondazioni dei fiumi. I torrenti, informa l’Arpa Piemonte, stanno superando i livelli di guardia, mentre c’è molta apprensione per il Tanaro, che ha superato il livello di pericolo.

Nei pressi del fiume c’è uno stabilimento della Ferrero che ha deciso lo stop fino alle 22 di domani della produzione. Alessandria sembra la zona colpita più duramente dalle precipitazioni piovose e nevose, che hanno provocato l’esondazione del Bormida. Ci sono stati “115 evacuati in via precauzionale 22 ad Acqui Terme, 6 Cremolino, 20 ad Ovada, 8 a Prasco, 10 ad Alessandria, 3 a Gavi“, scrive la Protezione Civile Piemonte.

Piogge e mareggiate in Liguria

La situazione cambia di poco in Liguria, dove già da giorni si registrano piogge senza precedenti. Tanto da far superare un record: 1.724 millimetri di pioggia caduti a Mele Comune del Savonese da ottobre ad oggi, un evento mai registrato prima, informa l’Arpa. Le piogge battenti stanno letteralmente sciogliendo gli argini e ondate di acqua e fango stanno divorando le provincie di Genova, Savona e Imperia. Le mareggiate battono sulla costa erodendola come a Vado Ligure, dove hanno abbattuto la passeggiata del lungomare.

Mareggiate in Liguria – The Social Post

Nella zona del Polcevera, tristemente già nota per il crollo del Ponte Morandi, fiumi di fango stanno danneggiando le case e i negozi lì intorno. Gli sfollati sono “33 a Genova, 1 a Quiliano, 18 evacuati a Ospedaletti. Altri 5 a Pieve di Teco, Sanremo 3 famiglie, per un totale di 5 persone“, riporta la Regione Liguria. L’allerta rossa in Liguria è prorogata fino a domani alle 12 per la provincia di Genova e alle 15 per Savona e Imperia.