edi rama

Anche la famiglia del Primo ministro Edi Rama ha subito un lutto nel grave terremoto che ha colpito l’Albania. La fidanzata 24enne del figlio, Gregor Rama, sarebbe morta insieme alla sua famiglia a Durazzo. Si aggrava il bilancio delle vittime, che salirebbe a 32, mentre una nuova scossa di magnitudo 5.3 è stata avvertita nel pomeriggio di oggi. Per questo i soccorsi sono stati momentaneamente sospesi dal ministero della Difesa albanese.

Terremoto in Albania, morta la fidanzata del figlio di Edi Rama

Secondo le fonti stampa, l’annuncio sarebbe stato dato dallo stesso Gregor Rama su Instagram.

Tra le numerose vittime di questa disgrazia c’è anche una persona vicina a me, insieme a suo fratello, alla madre e al padre“, avrebbe scritto il figlio di Edi Rama. Gregor Rama e Kristi Reci, 24 anni, laureata all’Università di Tirana, si frequentavano da qualche anno. La ragazza è morta a Durazzo, una delle città più colpite, dove il suolo si è alzato di 10 centimetri a seguito della violenta scossa. Morti nel crollo della casa anche la madre e il fratello, estratti dalle macerie poco dopo il ritrovamento di Kristi Reci e del padre.

Si alza il bilancio delle vittime

Il bilancio ufficiale parla di 32 vittime e almeno 20 dispersi, mentre sarebbero 650 i feriti. Si continua a scavare tra le macerie, ma i soccorsi hanno dovuto sospendere le attività per un’altra scossa che ha colpito la costa di Tirana alle 15:45 di oggi. Sono centinaia i Vigili del Fuoco e i membri della Protezione Civile italiana a lavoro in Albania: “L’Italia è la più naturale vicina e una grande sorella con una lunga, incredibile storia di continuo sostegno all’Albania” ha dichiarato Edi Rama.

Il governo ha annunciato lo stato di emergenza per Tirana e Durazzo, che durerà un mese. A Durazzo, una delle più importanti città portuali del Paese che è stata epicentro della prima scossa, si sono contati 13 corpi estratti dalle macerie.