Richard Gere

Richard Gere è uno degli uomini più affascinanti del pianeta e presto, all’età di 70 anni, diventerà nuovamente padre per la terza volta. Ma il bellissimo attore sarà riuscito a trasmettere i suoi geni ai figli? Scopriamo insieme chi è Homer James Jigme Gere, il primogenito dell’attore e se è affascinante quanto il padre.

Homer James Jigme Gere: il primo figlio di Richard Gere

Homer James Jigme Gere è il primo figlio dell’affascinante attore Richard Gere avuto dalla collega Carey Lowell, con cui è stato sposato in seconde nozze, dopo il divorzio dalla top model Cindy Crawford, dal 2002 al 2013.

Il ragazzo, nato il 6 febbraio del 2000, oggi è uno splendido 19enne ed i suoi occhi azzurri ed il sorriso ricordano moltissimo l’attore quando era giovane. Lontano dai riflettori e dal mondo dello spettacolo, il primogenito di Richard ha una grande passione, la scienza, che il padre ha descritto con queste parole a Grazia: “Sta manifestando un prepotente interesse per la scienza. Comincia a interrogarsi sull’universo, le teorie quantistiche, la materia: sono le stesse domande che da giovane mi hanno portato verso il buddhismo”.

Il rapporto padre-figlio

L’attore è diventato padre per la prima volta a 50 anni ed ha ammesso la difficoltà di doversi distaccare dal suo primo figlio. Con queste tenere parole, sempre nell’intervista per Grazia, ha descritto il suo attaccamento verso Homer James Jigme Gere: “faccio uno sforzo incredibile per lasciar andare mio figlio per la sua strada“. Nonostante questo, Richard Gere ha spiegato di voler trasmettere i giusti valori della vita al figlio e di volergli insegnare la realtà facendogliela vivere. Homer Gere e suo padre hanno in comune una grande passione: quella per i viaggi.

Infatti, padre e figlio sono spesso insieme in giro per il mondo e, in Italia, sono stati avvistati nel 2016 al Giffoni Film Fest di Taormina e quest’estate in Toscana, dove Gere era in vacanza con la moglie Alejandra Silva e i suoi due figli, il più piccolo, Alexander, nato a febbraio, e Homer.

(Immagine in alto: (fonte: Nancy Pelosi’s House office/ Wikimedia commons)