enrico mentana

Domani, sabato 14 dicembre, andrà in onda un’altra puntata di Verissimo. Ed oggi puntale come tutte le settimane arrivano succose le anticipazioni. Ospite di Silvia Toffanin sarà Enrico Mentana.

Il noto direttore del tg di La7 ha mostrato il suo lato più intimo e personale, parlando non solo della carriera, ma anche della sua famiglia, della madre, dei figli e della sua amicizia con Lamberto Sposini.

Enrico Mentana, figlio e padre

Siamo abituati a vederlo sempre dietro la sua scrivania, sempre sul pezzo, anche sui social, l’immagine che Mentana ci offre a Verissimo è del tutto inedita. Il giornalista pare si sia presentato in veste di figlio, raccontando al pubblico di sua madre e della sua storia difficile, una donna forte e premurosa.

Mia mamma, a causa delle persecuzioni contro gli ebrei, è stata nascosta con la sua famiglia per due anni in un granaio in montagna. Ma ci ha preservato non raccontandoci nulla di quello che le era successo. Tutto questo, però, l’ha resa una donna di grande bontà e il suo ricordo è ancora struggente“.

Enrico Mentana, oggi è dall’altro lato della staccionata dove ricopre il ruolo di padre di 4 figli. Alice e Stefano sono figli di 2 relazioni che ha avuto negli anni ’90, mentre Giulio e Vittoria, nati dal matrimonio del 2002.

Cerco di essere un padre adeguato alle loro aspettative. Sono quattro e tra il primo e l’ultimo ci sono 20 anni di differenza, ma sono tutti accumunati dalla mia passione per l’Inter“. Il suo sogno però ora è quello di diventare nonno. “Spero di avere anche il grande piacere di diventare nonno”.

L’amicizia con Sposini

Tra i giornalisti televisivi più noti in Italia, Enrico Mentana avrebbe raccontato della sua carriera, ma anche dei professionisti e colleghi con cui non solo ha avuto modo di condividere esperienze ed idee, ma anche instaurare profondi rapporti di amicizia.

Uno tra questi è Lamberto Sposini, che dal 2011 è lontano dalle scene a causa di un ictus. A Verissimo, stando ai rumors, Mentana ha voluto riservare all’amico alcune parole. “È stato un alter ego per lungo tempo e ci vogliamo molto bene. Il fatto che non sia stato e che non stia bene è un pensiero laterale che è sempre qui“.

Mentana, il giornalista

Infine pare che Mentana abbiamo parlato di ciò che ama di più: il giornalismo. Ammette di essere un professionista schietto, che fa uso abbondante di ironia, si descrive come giornalista esigente, proprio in virtù della sua passione e nel rispetto totale di questa professione.

L’informazione è basata su tempi incalzanti e non si possono lasciare momenti morti per la sciatteria di qualcuno. Non è tollerabile che la noncuranza di qualcuno metta a repentaglio il lavoro di tutti. Nel privato professionale, però è raro che mi arrabbi“.

Tuttavia, Enrico Mentana anticipa anche continuerà questo lavoro fino a che riuscirà a stargli dietro nella maniera in cui è abituato a fare. “Non è pensabile continui a fare tutte le cose che faccio ora. Quando vedrò che non sarò più adeguato, quando le ruggini del tempo mi renderanno meno performante, diminuirò le cose da fare e mi occuperò solo di far crescere in questo mestiere i giovani“.