Cesare Bocci in Vaticano

C’è attesa per uno speciale evento in programma mercoledì 18 dicembre su Canale 5. In prima serata, andrà in onda “Viaggio nella Grande Bellezza“: l’attore Cesare Bocci racconterà il Vaticano, tra arte e curiosità su un luogo unico al mondo.

Il viaggio alla scoperta del Vaticano

Il titolo del programma richiama chiaramente il capolavoro di Paolo Sorrentino, quella Grande Bellezza in grado di vincere l’Oscar come Miglior Film Straniero. Nel film Sorrentino mostra la Roma alto borghese, nel programma in onda domani sera invece si entrerà nel suo cuore storico: il Vaticano.
Uno speciale pensato per essere un percorso in uno dei luoghi spirituali per eccellenza, ma anche ricco, ricchissimo di arte e cultura secolare.

Il programma mostrerà infatti i tesori, gli affreschi e i luoghi che hanno reso la Santa Sede unica al mondo. Per farlo, il programma si avvarrà di un cicerone d’eccezione.

Cesare Bocci conduce il programma

A presentare la serata e guidare il pubblico nel percorso artistico, ci penserà il noto attore italiano, reclutato da Mediaset per questa particolare occasione. Cesare Bocci, che ha poco raccontato la malattia della moglie, è noto per numerose partecipazioni televisiva, dal Commissario Montalbano a Elisa di Rivombrosa, da Un Posto al Sole a Imma Tataranni.

Il suo particolare aplomb ci guiderà nei corridoi dei Palazzi, nella Cappella Sistina, nei Giardini vaticani, su fino alla cupola e quindi giù nelle Necropoli. Verranno mostrati i 2500mq di affreschi unici al mondo, luoghi inaccessibili e aneddoti sullo Stato di 44 ettari così importante per 2,5 miliardi di persone.

Curiosità e aneddoti sul Vaticano

Nel suo viaggio nella Grande Bellezza, Cesare Bocci sarà accompagnato dal Cardinale Angelo Comastri, vicario del Papa. Assieme a loro, anche Barbara Jatta (direttrice dei Musei Vaticani), Monsignor George Gänswein (Prefetto della Casa Pontificia) e Andrea Tornielli (direttore editoriale del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede).


Nella presentazione del programma, viene annunciato che verranno raccontati molti luoghi diventati simboli storici. Tra questi, ci sarà modo di ripercorrere avvenimento fondamentali come l’attentato a Papa Giovanni Paolo II, ma anche vedere qualche curiosità come il volante donato da Michael Schumacher a Papa Benedetto XVI, il tedesco “pilota della cristianità“.