boris johnson in primo piano

La seconda lettura del disegno di legge sull’accordo di recesso è passata, il che significa che siamo un passo vanti verso la Brexit“, sono le parole arrivate in queste ore su Twitter scritte dal primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson. Un commento a caldo arrivato postumo alla notizia della legge di ratifica dell’uscita dall’Unione europea approvata dal Parlamento.

Brexit, superato il test alla Camera dei Comuni

Con 358 sì e 234 no, è arrivato il via libera auspicato da Johnson da parte della Camera dei Comuni in merito alla legge sulla ratifica della Brexit entro il 31 gennaio, in seconda lettura.

Il testo era stato precedentemente modificato al primo ministro del Regno Unito all’indomani dalla vittoria elettorale avvenuta lo scorso 12 dicembre. Uno scarto, come si evince, significativo per Johnson e che sicuramente lo rinvigorisce.

Il 31 gennaio: previsioni d’addio

Passare al Parlamento poteva riassumersi come un primo step, un primo test vero e proprio per Boris Johnson che tuttavia poteva già immaginare il risultato sebbene una così ampia maggioranza fosse in parte inattesa. Dunque, come si scrive e legge ormai da anni, la Brexit sembra a tutti gli effetti sempre più vicina e prossima all’addio all’Europa il prossimo 31 gennaio.

Intanto si attende la prossima data cruciale prevista il 9 gennaio, giorno in cui potrebbe arrivare l’approvazione definitiva. Una notizia, come dicevamo, che ha entusiasmato Johnson e i suoi elettori e proprio lo stesso primo ministro, di fronte ad un così forte sostegno, ha voluto descrivere questo primo superato test alla Camera dei Comuni come un dono incartato per Natale al popolo britannico.