Presepe

Il Natale si avvicina e per l’occasione il misterioso artista Banksy ha realizzato un suggestivo presepe, esposto presso l’albergo Walled Off Hotel, inaugurato dallo stesso nel 2017 e situato a Betlemme, in Cisgiordania, poco distante dalla barriera eretta da Israele per segnare la divisione con i territori palestinesi. Il conflitto tra israeliani e palestinesi è uno degli argomenti ricorrenti di Banksy, provocatorio e innovativo nelle sue opere come sempre dovrebbe essere l’arte.

La dolorosa natività di Banksy

Banksy ha deciso di pubblicare l’opera anche sul suo profilo Instagram ufficiale, seguita dalla didascalia che riporta il nome della creazione: Scar of Bethlehem, vale a dire “la cicatrice di Betlemme“.

L’opera raffigura una mangiatoia, si tratta quindi di una tipica Natività cristiana, ma in realtà presenta degli elementi che modificano le caratteristiche classiche del presepe.

In alto si vede un un pezzo del muro di protezione trapassato da una granata o da un colpo di mortaio. Il muro a cui fa riferimento l’artista è la barriera di cemento e filo spinato, alta circa 9 metri, che attraversa le aree occupate della Cisgiordania e di Gerusalemme Est.

Il foro presente nella natività modificata targata Banksy sostituisce la Stella cometa, che illumina Giuseppe, Maria e il piccolo Gesù bambino riscaldato dal bue e l’asinello. Sul muro inoltre si possono leggere le parole “pace”, “libertà”, “amore” scritte in inglese ed in francese.

I palestinesi contro l’artista britannico

Banksy, la cui identità non è mai stata svelata, è intervenuto più volte, attraverso la propria arte, nel difficile contesto che si vive a Betlemme. Basti pensare al disegno realizzato sul muro della città che ritrae una ragazzina intenta ad ispezionare un soldato israeliano, il quale aveva le braccia in alto e il fucile posato accanto a lui.

Ma la “presenza assente” del misterioso artista britannico in questa parte del mondo ha suscitato forti critiche da parte dei palestinesi, i quali lo hanno accusato in più occasioni di utilizzare il muro di Betlemme unicamente per business.

In copertina: immagine di repertorio