Simona Ventura e Fabrizio Corona

La conduttrice Simona Ventura è stata ospite de La Confessione di Peter Gomez. Intervistata dal giornalista, ha parlato del controverso rapporto con Fabrizio Corona, il paparazzo contro il quale è stata anche chiamata a testimoniare. Su di lui, parole di pietà ma anche rivelazioni pesanti.

Lo scandalo Vallettopoli

I trascorsi tra Simona Ventura e Fabrizio Corona non sono serenissimi. La stessa conduttrice ne ha rivelato qualche inquietante dettaglio, ospite del giornalista Peter Gomez sul canale Nove. Qui, ha ripercorso la vicenda giudiziaria che l’ha vista testimone nello scandalo Vallettopoli, scoppiato nel 2007.

In quel processo, Fabrizio Corona venne accusato di estorsione,  spaccio di stupefacenti e sfruttamento della prostituzione. Coinvolto nella vicenda c’era anche Lele Mora, per anni agente di Simona Ventura.

Il colloquio registrato con Corona

Ad un certo punto però Simona Ventura ha iniziato a sospettare dell’agente: “Ho cominciato a non fidarmi più di Lele, quando mi chiedeva dov’ero gli mentivo“. Troppi paparazzi nei luoghi frequentati da lei, quindi la decisione di interrompere i rapporti con Lele Mora.
Dopo aver rotto con lui, la stessa Simona Ventura ha raccontato di aver ricevuto una visita a casa da parte di Fabrizio Corona.

Una visita tutt’altro che di piacere, visto il clima che si respirava in casa. “Una paura pazzesca, facevo la bonifica di casa. Era un momento molto difficile” ha raccontato la Ventura a La Confessione. Nel processo la Ventura ha dichiarato di aver registrato alcuni colloqui con il paparazzo, proprio per paura di quanto potesse dire o accadere, e per tutelarsi in caso fossero emersi ricatti o altre questioni.
Non ero abituata a essere convocata, pure in Questura.

Per molti di noi questi erano ambienti che ci shockavano“, ha aggiunto.

Fabrizio Corona, diabolico ma non intelligente

Nel corso dell’intervista, la stessa conduttrice ha dimostrato anche un sentimento di umana pietà per le condizioni di Fabrizio Corona, trasferito dal carcere in un istituto di cura per la cura della personalità borderline, associato a tendenza narcisistica ed episodi depressivi.
Alla domanda “Chi è o chi era Fabrizio Corona?“, Simona Ventura ha però anche risposto: “È stato diabolico, ma non intelligente. Se fosse stato tanto intelligente quanto diabolico, noi eravamo morti“.


Parole durissime, che riflettono però il clima respirato da vip, calciatori e gente di spettacolo negli “anni del terrore” di Fabrizio Corona.

Guarda il video