brad pitt

L’attore americano di fama mondiale Brad Pitt torna a far parlare di sé e della sua vita privata e, schietto come sempre, non nasconde neppure gli aspetti meno rosei della sua situazione sentimentale.

Brad Pitt, bersaglio dei paparazzi

In compagnia del suo amico e partner-in-crime (così definito dallo stesso Pitt) Leonardo Di Caprio, ha partecipato al podcast WTF rispondendo alle domande di Marc Maron, noto cabarettista statunitense. I due attori hanno risposto alle domande poste dal presentatore e hanno parlato di come è cambiata la loro vita nel momento in cui hanno capito di essere diventate delle star internazionali.

Mentre Di Caprio afferma di riuscire ad evitare, senza troppe difficoltà, i paparazzi e di sentirsi una persona abbastanza libera di condurre una vita normale, Brad Pitt confessa, con ironia, di essere arrabbiato con l’amico: “Sono un po’ arrabbiato con te ora che sento tutto questo“, facendo riferimento al fatto che nei suoi confronti l’attenzione dei paparazzi è sempre molto elevata. Poi si risponde da solo e ipotizza quale potrebbe essere una possibile motivazione: “Probabilmente dipende dal fatto che la mia vita privata sia un disastro“.

Nonostante ciò, rivela di aver sperimentato anche lui delle tecniche per sfuggire ai paparazzi, ma non ha voluto svelarne i particolari.

La travolgente ironia di Brad Pitt

La sua sincera e travolgente ironia non l’ha abbandonato neppure durante il discorso di ringraziamenti ai Golden Globes in cui, premiato come miglior attore non protagonista per la sua performance in C’era una volta a Hollywood, nuovo film di Quentin Tarantino. Anche in quell’occasione le parole dell’affascinante star america hanno scatenato l’ilarità del pubblico intero, compresa la sua ex moglie Jennifer Aniston. Tra le varie battute scherzose, quella che maggiormente ha attirato l’attenzione del pubblico è stata:”Volevo portare mia madre ma non ho potuto farlo: appena ho qualcuno accanto a me, dicono che sia un appuntamento.

E sarebbe stato strano“.

*immagine in evidenza: Attribution :  © Glenn Francis www.PacificProDigital.com