Maria De Filippi in primo piano

La Queen è tornata e lo fa a suon di record da capogiro da far impallidire qualsiasi genere di concorrenza. Parliamo ovviamente di Maria De Filippi, la regina della televisione – sebbene non ami particolarmente questo titolo – che con il ritorno del suo C’è Posta per Te è riuscita a risollevare spaventosamente gli ascolti di Mediaset, facendo volare il programma al 30% di share.

C’è Posta per Te: Maria De Filippi fa incetta di ascolti

Barbara d’Urso ha abituato Mediaset a volare, Maria De Filippi a sfondare ad abbattere il muro dello share.

Il debutto di C’è Posta per Te, tornato in onda dopo mesi e mesi di attesa su Canale 5 sabato sera, è stato un ritorno a dir poco strabiliante. Il pubblico, particolarmente affezionato al format, sembra non aspettasse altro che potersi incollare al piccolo schermo in attesa di veder regali, lacrime, storie d’amore nel dicotomico salotto di Maria De Filippi in cui tutto avviene al di qua e al di là di una busta.

Ascolti Tv, Maria De Filippi: è di nuovo record

A suo vantaggio, nella scalata allo share, sicuramente anche gli ospiti: solo una personalità come Maria De Filippi può riuscire ad ambire a personalità dello showbiz quali Johnny Depp.

La serata di sabato sera è tutta nel segno della De Filippi insomma che con circa 5 milioni e 930mila spettatori fissi per tutto l’arco della messa in onda, è riuscita a raggiungere uno share da invidia pari al 30,16%. Senza prendere in considerazione i picchi che sono arrivati anche a quota 44% con 7 milioni di telespettatori sintonizzati.

Un debutto tale da aver invogliato gli esperti a voltarsi indietro per vedere se mai, prima d’ora, Maria De Filippi avesse fatto meglio ed effettivamente un ritorno del genere con numeri di questo calibro non si vedeva dal lontanissimo 2002.

Orgogliose le parole rilasciate a TgCom24 da Giancarlo Scheri, il direttore di Canale 5: “È un’eccellenza. Non solo di Canale 5 ma di tutta la televisione italiana. Una trasmissione che ha compiuto 20 anni senza perdere qualità“.