Massimo Giletti

Era il 4 gennaio scorso quando arrivava notizia della terribile scomparsa del padre di Massimo Giletti. Il conduttore di Non è l’Arena ha dovuto infatti purtroppo confrontarsi con la perdita del padre, Emilio Giletti. Un grande dolore per il conduttore che dopo la perdita, ha deciso di mettere mano all’agenda personale per dedicare più tempo alla sua famiglia.

La decisione di Giletti dopo la morte del padre Emilio

Ciò non deve ovviamente o necessariamente tradursi con un addio al piccolo schermo perché così non sarà. Stando a quanto riportato da Cairo Editori e ripreso da GossipeTv infatti, Massimo Giletti avrebbe deciso semplicemente di rivedere i propri impegni a lungo raggio per potersi godere maggiormente il tempo in famiglia all’indomani della morte del padre Emilio, sopraggiunta all’inizio dell’anno.

Si tratterebbe in particolar modo di una promessa fatta dal conduttore e giornalista alla madre Giuliana, rimasta ora vedova del marito.

Massimo Giletti e l’impegno verso l’azienda di famiglia

Mamma Giuliana – ha così dichiarato Massimo Giletti – Sarà il fulcro della nostra famiglia. Tornerò a trovarla più spesso, adesso. Non abbandonerò la tv ma dividerò la mia settimana tra l’azienda di famiglia, con i miei fratelli, e Non è l’Arena“.

Certo non facile destreggiarsi dagli impegni televisivi, ma è obiettivo del giornalista in questo momento stare il più vicino possibile alla sua famiglia: “Lo devo a mio padre, alla passione con cui per tanti anni ha mandato avanti la Giletti Spa. Lo devo anche agli operai che per lui erano una grande famiglia“. Il padre di Giletti infatti, lo scomparso Emilio, ha dedicato tutta la sua esistenza all’industria tessile che venne creata ben 136 anni fa dal bisnonno stesso del conduttore.

In una delle nostre passeggiate mi ha detto ‘Mi raccomando, andate avanti con l’azienda, non mandatela in malora. Le ho dedicato tutta la mia esistenza’”“, ha raccontato così Giletti.