Marcello Cirillo

A Live-Non è la d’Urso è andato in onda uno spazio dedicato all’”affaire Magalli” e cioè relativo alla situazione che vede lo scontro, anche a suon di querele tra Adriana Volpe e il conduttore. Marcello Cirillo, ex maestro di piazza Italia a I Fatti Vostri ha preso le difese della collega facendo delle importanti dichiarazioni.

Marcello Cirillo, anche lui cacciato dalla Rai

Marcello Cirillo ha parlato ai microfoni di Barbara d’Urso di quanto accaduto tra Adriana Volpe, ora al GF Vip ,e Giancarlo Magalli. L’uomo si è schiarato dalla parte della Volpe dicendo: “Sono dalla parte di Adriana.

Siamo molto amici. Decideranno i giudici, non so chi ha ragione”. Inoltre, il conduttore di Rai 2 ha pronunciato una frase destinata a creare polemiche: “Adriana l’hanno spostata, io sono stato cacciato. Ma non è colpa di Giancarlo”. Insomma, Magalli avrebbe manovrato le fila dei due conduttori, segnandone il destino.

Marcello Cirillo ha anche detto che tra poco diventerà nonno e non vuole consegnare alle nipotine un mondo in cui se sei bella e fai carriera c’è il sospetto di qualcosa sotto. “Sui social [Magalli ndr] disse una cosa pesante contro la Volpe.

Non so cosa volesse dire. Ma il fatto che dietro la carriera delle donne belle che fanno carriera possa esserci altro dietro mi fa male” ha continuato Cirillo. 

Adriana Volpe contro Magalli al GF Vip

Adesso, c’è da capire come procederà questa vicenda. Inevitabilmente, anche all’interno della casa del GF Vip si sta parlando molto di Adriana Volpe e di Giancarlo Magalli. La bionda conduttrice si è confidata con Barbara Alberti e le ha raccontato cosa sarebbe successo anni prima. Nella diretta del 18 gennaio è stato Alfonso Signorini a riaprire l’argomento.

“Conosco te e conosco Giancarlo, che è una persona intelligente, un grandissimo professionista non posso pensare che non possiate trovare una linea di dialogo” ha detto il conduttore.

A quanto pare, però, la Volpe vuole delle scuse sincere ma si è anche scagliata contro la Commissione delle pari opportunità in Rai, che non avrebbe fatto nulla per aiutarla: “Quando io sono andata ad un appuntamento dopo due anni dall’accaduto, dopo tutti gli articoli che abbiamo visto, mi hanno detto ‘noi non ne sapevamo nulla ‘”.