Roberto Benigni

Di Roberto Benigni conosciamo ogni singolo capolavoro. Da La vita è bella all’interpretazione di Geppetto nell’ultima rilettura di Garrone su Pinocchio. Conosciamo, invece, i dettagli della sua vita privata e la sua storia personale?

La vita è bella, il primo vero successo di Roberto Benigni

Benigni, lo capiamo mentre lo sentiamo parlare, è un toscanaccio. Nato nel 1952 a Castiglion Fiorentino, mostra fin da subito una spiccata propensione verso il mondo performativo, in particolare per il teatro. La sua è un’evidente vena comica che inizia a muovere i primi passi all’interno del mondo cinematografico, raggiungendo la vetta più alta della sua carriera con La vita è bella, uscito nel 1997.

Il successo è immenso ed immediato. Il film viene candidato agli Academy Awards, un riconoscimento internazionale in ambito cinematografico, e vince come miglior film straniero. Solo l’inizio delle soddisfazioni lavorative che abbelliranno la vita di Benigni. Celebre è anche la collaborazione con Massimo Troisi in Non ci resta che piangere, che sancirà l’inizio di una lunga amicizia tra i due attori. Per comprendere la portata del successo del loro capolavoro, basti pensare che tuttora, quando il film viene trasmesso in tv, ottiene percentuali altissime di share.

Benigni, anche divulgatore culturale

Intorno agli anni 2000, Benigni prende una pausa dal cinema. Si allontana dalle riprese e comincia a lavorare sull’altra sua grande passione: il teatro e la divulgazione. Prepara, infatti, due spettacoli, interamente dedicati al pubblico italiano e alla cultura. Il primo, chiamato Divina Commedia dantesca, vede Roberto nei panni di lettore. Il suo compito, infatti, quello di raccontare passo dopo passo l’opera di Dante Alighieri, da lui particolarmente amata.

Il secondo, invece, riguarda la Costituzione Italiana. Stesse modalità dello spettacolo precedente. Una delle doti di Benigni è proprio quella di tenere alta l’attenzione del grande pubblico anche su argomenti abbastanza impegnativi. Ultimamente, invece, l’abbiamo visto tornare sul grande schermo: proverbiale la sua interpretazione di Geppetto nel nuovo Pinocchio di Garrone.

Benigni, innamorato di Nicoletta da una vita

Nicoletta Braschi è la compagna di Benigni da una vita. Lei, attrice protagonista del film La vita è bella, ha vissuto insieme a lui tutti i grandi successi. Una storia, dunque, all’insegna della condivisione.

Dopo aver ricevuto la consegna del David di Donatello, premio cinematografico italiano, Benigni ha dedicato la vittoria a Nicoletta: “Ho fatto tutto con lei, per lei e grazie a lei. Quindi questo premio non è mio, è suo, le appartiene. E vorrei tanto che fosse lei in cuor suo a dedicarlo a me. Grazie bella!”.

Lei, classe 1960, ha dato il via alla sua carriera in teatro. Lei e Benigni si sono incontrati per la prima volta sul set di Tu mi turbi, e fin da subito hanno condiviso la passione per l’arte e per i libri.  Fino al matrimonio, celebrato nel 1991 in gran segreto.

La loro è una delle coppie più solide del cinema italiano.