Spettacolo

Sanremo, parla Amadeus: “Dormo come un sasso, non accetto di passare per sessista”

Confessioni alla vigilia del Festival. Amadeus parla di polemiche, di Fiorello, di cosa studia e di Mara Venier che sarà "solo" un'ospite
Amadeus Sanremo Giovani

Il Festival di Sanremo e le innumerevoli polemiche. Ne hanno parlato tutti: i social, Costanzo, la Hunziker, la Gerini, i giornali, gli opinionisti, i colleghi in ufficio, il panettiere con i suoi clienti: mancava solamente il punto di vista del diretto interessato, l’uomo del “passo indietro” che invece continua a marciare sereno verso il 4 febbraio. “Sono sereno, niente ansia, dormo bene”: è un Amadeus zen quello che si è confessato a Sorrisi.com e che ha fatto il punto su tutto quello che sta succedendo intorno all’Ariston.

“Non accetto di passare per sessista”

Sanremo mi sta aiutando a dormire come un sasso: arrivo così stanco la sera che crollo.

Prima sognavo perché avevo un sonno più leggero, ora non sogno perché ho un sonno pesante. E forse anche perché il mio sogno si sta realizzando”. Amadeus non sembra soffrire il polverone che l’ha travolto dopo quella conferenza stampa che è già storia in cui presentava la “bellissima” Francesca Sofia Novello come una donna capace di saper stare un passo indietro rispetto al suo uomo: “Ho semplicemente riportato quello che mi aveva detto nella nostra chiacchierata personale prima della presentazione ufficiale, intendendo la sua riservatezza e discrezione nei confronti di Valentino Rossi”.

Il direttore artistico precisa ulteriormente le sue parole: “Non era certo inteso come una diminutio verso le donne. Forse l’avrei potuta spiegare meglio, mi dispiace se qualcuno si è sentito offeso e chiedo scusa, ma non accetto nella maniera più assoluta di passare per sessista. Ho sempre avuto rispetto per tutte le donne. E voglio avere la libertà di dire a ogni donna sei bellissima”.

Giovanna Civitillo e Amadeus
Giovanna Civitillo e Amadeus

“L’imprevedibilità porta cose positive”

Intorno a lui sale l’ansia. Fiorello – presenza fissa – ha dichiarato di soffrirne parecchio, ma Amadeus è un monaco buddista dentro il suo tempio ligure, e non pretende di avere il controllo su tutto: “Mi diverte l’idea della sorpresa, di non sapere cosa farà” (in riferimento a Fiorello, ndr.).

E sulle defezioni dell’ultim’ora che stanno cambiando piani e scalette dice: “Nel bene e nel male l’imprevedibilità ti porta cose positive, altre meno buone. Ma credo che poi alla fine tutto torna”. Poi ancora spazio per qualche chiarimento: la Venier non farà parte delle donne del cast ma sarà “un’ospite” come Dua Lipa, il rimpianto per l’ingaggio mancato di Madonna, gli applausi ricevuti dal cast dei big durante il servizio fotografico e il messaggio di in bocca al lupo ricevuto da Baglioni.

E sulla prima frase, i saluti che romperanno il ghiaccio, Ama confessa: “Ho studiato quelli di Mike, di Pippo e di Vianello e l’ispirazione mi è venuta”. Ormai manca pochissimo.

Amadeus e i giovani di Sanremo
Amadeus e i giovani di Sanremo

Potrebbe interessarti