Saranno state tutte le polemiche precedenti al Festival, o la straordinaria sinergia tra Fiorello e Amadeus, o la presenza fissa di Tiziano Ferro, ma questo Sanremo 2020 sta raggiungendo ascolti leggendari.

I dati Auditel parlano chiaro: la prima serata è stata un clamoroso successo, ma la seconda è riuscita a battere il record. In buona sostanza la 70esima edizione di Sanremo viaggia su una media del 53,3% di share. Riuscirà la kermesse a moltiplicare ulteriormente questi numeri nella terza serata quella dedicata ai duetti e che prevede l’attesissima presenza di Roberto Benigni?

Sanremo 2020, un po’ di numeri

All’inizio della seconda serata di Sanremo l’asticella dello share è salita fino al 41,91%. Ciò significa che dalle 21 alle 21.30 di mercoledì erano sintonizzati davanti alla tv circa 11 milioni e 906 mila spettatori.

Un inizio folgorante con Fiorello nei panni di Maria De Filippi che deve aver convinto il pubblico al punto che nella prima parte della gara. Lo share è stato del 52,2%, pari a 12 milioni 841 mila spettatori. E si sale, ancora di più nella parte finale della serata che va da mezzanotte fino alla conclusione, con un risultato record del 56,09%, ovvero 5 milioni 482 mila spettatori.

Insomma, stiamo parlando di cifre stellari, che alla seconda puntata segnano un risultato storico per il Festival di Sanremo.

Cosa è successo sulle altre reti

Come abbiamo anticipato prima dell’inizio del Festival di Sanremo, Mediaset ha deciso di cambiare la sua consueta programmazione, proprio per non andare in collisione con eventuale boom di ascolti del Festival. Un successo preventivato, quindi, e dal quale ci si è ben guardati. Così Canale 5, che per la serata ha proposto Matrimonio Al Sud ha raggiunto poco più del 6% di share, mentre Italia con Auguri Per La Tua Morte si è fermata poco dopo il 3%.

Infine Salvate Il Soldato Ryan su Rete 4, varca la soglia del 2%.

La Rai, al di là del Festival, porta a casa il 5% e oltre su Rai 3 con Chi L’Ha Visto e giunge al 2,43% con Alien Covenant.