bari coronavirus

Dopo la notizia di questa mattina su un 38enne ricoverato per il Coronavirus in Lombardia, emergono ora altre sconfortanti notizie. Oltre all’uomo, infatti, sono positivi al Covid-19 anche la moglie incinta e uno stretto conoscente. I cittadini dei paesi vicini sono stati invitati a rimanere in casa, a scopo precauzionale.

3 contagiati in Lombardia: grave il 38enne

A riferire la situazione allarmante è il direttore sanitario dell’ospedale di Codogno, in provincia di Lodi, tramite parole riferite da Adnkronos. Sembra infatti che il 38enne risultato positivo al Coronavirus non sia il solo ad essere stato infettato.

Viene riferito infatti che anche la moglie è positiva al virus ed è attualmente ricoverata al Sacco di Milano.
Sempre Adnkronos riferisce che assieme a loro 2 sarebbe risultato positivo anche un altro stretto conoscente che ha avuto contatti con il 38enne. Ansa riporta che si sarebbe presentato al Pronto Soccorso coi sintomi di una polmonite. L’allarme per è stato lanciato per chiunque sia entrato in contatto con loro.

Sono passati quasi 20 giorni dal presunto contagio

Come spiegato dall’assessore Giulio Gallera a Rainews, a contagiare il 38enne sarebbe stato un collega di rientro dalla Cina, con il quale la coppia ha cenato a inizio febbraio.

Sarebbero passati quindi 16-18 giorni dal possibile contagio: l’uomo sarebbe asintomatico e ora ricoverato anch’egli al Sacco di Milano. Il 38enne e la moglie che sarebbe incinta secondo quanto si apprende da TgCom24, sono originari di Castiglione d’Adda e attualmente sono in isolamento. L’uomo è in Terapia Intensiva, in gravi condizioni.

Isolati 2 paesi, 60 persone in quarantena

A seguito della positività al Coronavirus, sono scattate le misure precauzionali. Il Pronto Soccorso di Codogno ha chiuso, ma si apprende ora che l’assessore Gallera, intervenuto ad Agorà, ha invitato i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno a non uscire di casa ed evitare contatti sociali.


In attesa che venga ricostruita con precisione la rete di movimenti e di contatti intrapresa dalle 4 persone risultate positive (il paziente zero e i 3 nuovi casi), Tgcom24 riporta che ci sarebbero circa 60 persone in quarantena, tra cui parenti stretti della coppia.

Sia la protezione civile che i sindaci dei paesi coinvolti hanno dichiarato, riferisce Adnkronos, di essere costantemente al lavoro sul caso, per individuare possibili persone coinvolte e come limitare il diffondersi del Covid-19, ufficialmente arrivato in Lombardia.

Salgono a 6 i casi in Lombardia

AGGIORNAMENTO DELLE 13.37 – L’ultimo dato sul numero dei casi di Coronavirus registrati in Lombardia è aggiornato a 6 persone contagiate, comprese le 3 di cui è stata data notizia questa mattina (il 38enne, la moglie incinta e un amico della coppia).

Lo ha rivelato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, nel corso di una conferenza stampa i cui passaggi sono riportati dall’Ansa. “Il messaggio che diamo a chi abita in questi paesi è di rimanere a casa – ha ribadito Gallera –.

Chiediamo di rimanere al proprio domicilio e a chi è stato in contatto con questi casi di chiamare il 112. La situazione è estremamente nuova, particolare per il nostro paese, invitiamo alla calma“.

Sui nuovi 3 casi segnalati, l’assessore ha precisato che sono in corso ulteriori accertamenti per capire se ci sia stato un contatto con i primi: “Sono 3 persone che si sono presentate con quadro clinico di polmonite all’ospedale di Codogno“. 250 le persone attualmente in isolamento, come riferito dallo stesso Gallera.

Approfondisci

Tutto le notizie sul Coronavirus

Coronavirus, positivo un 38enne italiano: è ricoverato in Lombardia

Coronavirus, il periodo di incubazione potrebbe arrivare fino a 24 giorni