Serena Rutelli

Serena Rutelli ha parlato del difficile passato, dei momenti bui attraversati insieme alla sorella prima dell’adozione. Il suo racconto è arrivato al cuore di tanti, dall’infanzia senza la figura materna al padre naturale che ha descritto come “molto violento”.

Serena Rutelli, l’infanzia con un padre violento

Ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, Serena Rutelli ha acceso una luce sul suo difficile passato. Prima di essere adottata da Barbara Palombelli e Francesco Rutelli, avrebbe vissuto un inferno domestico di violenze e paura.

“Non ho idea di che lavoro facesse mia madre biologica.

Mio padre lavorava come meccanico. Lei a casa era poco presente, la vedevo poco, non si capiva cosa facesse. Scompariva per giorni, poi tornava”, ha dichiarato alla conduttrice.

Insieme alla sorella, Monica, sarebbe stata cresciuta dal padre naturale: “Abbiamo vissuto con lui, faceva tutto quanto, senza la presenza di una madre. Mio padre non era una persona che dava una carezza, era molto violento e pesante. Tornava nervoso e la maggior parte delle volte se la prendeva con me, perché mia sorella era più piccola e io la difendevo“.

Questo il bilancio della sua esistenza fino ai 5/6 anni, quando anche le maestre si sarebbero accorte che qualcosa non andava.

Le insegnanti vedevano che non era una situazione proprio leggera, anche perché vai a scuola con un livido, con un graffio, piangevi sempre e non ridevi mai“. A detta di Serena Rutelli, le violenze paterne sarebbero state una costante anche in presenza della madre: “Lei sapeva benissimo con che persona ci lasciava a casa“.

La prima carezza dai genitori adottivi

A denunciare la situazione sarebbe stata una vicina: “Bussò a casa, le chiesi aiuto e chiamò i carabinieri“.

Dopo l’intervento delle forze dell’ordine e degli assistenti sociali, sarebbe iniziata la svolta.

Prima la permanenza in un istituto. dove il padre biologico le aveva lasciate per non tornare più indietro, poi una famiglia adottiva in cui crescere, scoprire l’amore e la serenità dei piccoli gesti, come una semplice festa di compleanno.

La madre biologica sarebbe andata via per sempre: “Fece le valigie, disse ‘buona fortuna’. Non l’ho più vista“. Serena Rutelli ha dichiarato di aver ricevuto la prima carezza dai genitori adottivi, Barbara Palombelli e Francesco Rutelli.

Prima di essere adottata, avrebbe vissuto un’altra drammatica pagina:Un giorno mio padre tornò nella casa famiglia, dalle suore, disse ‘Vi uccido’, ‘Vi ammazzo, devo riprendere le mie figlie’. Io avevo 7 anni, sono rimasta in quella struttura per 3 anni“.