Bernardo Cherubini

Sorpresa tra i concorrenti dell’Eredità. In gara, infatti, Bernardo, il cui cognome fa subito drizzare le antenne: Cherubini. Proprio lui, il fratello di Lorenzo (in arte Jovanotti) accanto agli altri concorrenti per la conquista del montepremi finale.

Niente ghigliottina per Bernardo

Bernardo ha gareggiato nella puntata del quiz Rai nella puntata del 12 marzo. È stato lo stesso conduttore, Insinna, a chiarire al pubblico il legame di parentela del concorrente con il cantante, fingendo un leggero stupore. Bernardo, in gara, non ha fatto sconti: è riuscito ad arrivare fino alla fase del gioco chiamata triello, non riuscendo però a superarla.

Per lui, quindi, niente calci di rigore, ma non tutto è perduto. Come prevedono le regole del gioco, tornerà in trasmissione per la puntata di oggi 13 marzo. Riuscirà questa volta a confrontarsi con la parte finale del gioco, la famosa ghigliottina? Tuttavia Bernardo non è sconosciuto al mondo dello spettacolo. È ricordato soprattutto nell’ambiente della musica, in particolare riguardo a Radio Deejay, e alla tv per la sua partecipazione al reality di Raiuno, condotto da Carlo Conti, Ritorno al presente.

L’Eredità non si ferma ancora per il Coronavirus

Per ora, quindi, pare che l’Eredità non si fermi a causa dell’emergenza Coronavirus. È noto che il programma non è in diretta e che le puntate ora in onda sono state registrate nei giorni precedenti. Pare andrà in onda fino al 22 per poi trasmettere solo delle repliche. Intanto anche le professoresse hanno proclamato l’autosospensione.

La famiglia Cherubini e la tragica morte di Umberto

Quella dei Cherubini è una famiglia numerosa. Genitori toscani originari di Cortona, Mario Cherubini e Viola Cardinali hanno avuto Lorenzo, Bernardo, Anna e Umberto, il primogenito.

Quest’ultimo, istruttore di volo della scuola Touchandgo, è tragicamente scomparso il 22 ottobre del 2007, all’età di 45 anni. A causargli la morte un incidente aereo a Latina.

Approfondisci:

Flavio Insinna ricorda Frizzi: “Io sono qua grazie a Fabrizio”