luca tacchetto edith blais

Quindici mesi fa, Luca Tacchetto ed Edith Blais sono stati rapiti in Burkina Faso. Oggi il New York Times annuncia che i due ragazzi sono stati liberati.

Luca ed Edith liberi

La notizia ha già fatto il giro del mondo e, secondo quanto riferisce La Repubblica, fonti governative italiane hanno confermato quanto riferito. Luca ed Edith sono liberi. Secondo quanto si apprende, i due si trovavano in Mali e sono stati liberati dai rapitori, nella giornata di venerdì, nella città di Kidal.

Al momento, riferisce il NYT, non è noto quale gruppo terroristico li abbia tenuti in ostaggio.

Luigi Di Maio: “Stanno bene”

AGGIORNAMENTO 17.30 – Il titolare della Farnesina con un post su Facebook ha confermato la liberazione di Luca Tacchetto. Luigi Di Maio ha dichiarato: “In questo momento di difficoltà per il Paese arriva una buona notizia: il nostro connazionale Luca Tacchetto è libero. L’ho appena sentito al telefono e sta bene. Ho sentito anche il padre“.

In questo momento di difficoltà per il Paese arriva una buona notizia: il nostro connazionale Luca Tacchetto è libero….

Gepostet von Luigi Di Maio am Samstag, 14. März 2020

Contatti Farnesina-Canada

Secondo quanto riferisce Ansa, sono in corso contatti telefonci tra il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il collega canadese François-Philippe Champagne.

L’operazione è seguita dalla Farnesina.

Sempre secondo quanto riferito dall’agenzia, i ragazzi sono stati liberati a seguito di un’operazione che ha visto coinvolto anche l’ONU. Luca Tacchetto ed Edith Blais starebbero ora viaggiando direzione Bamako per poi tornare in Italia.

Tenuti in ostaggio in Mali

I due ragazzi stavano facendo un viaggio in auto. Partiti dall’Italia, i due hanno viaggiato attraverso la Francia, la Spagna, il Marocco, la Mauritania e il Mali per scomparire non appena arrivati in Burkina Faso.

Leggendo il NYT, Corinne Dufka, direttrice della West Africa Human Rights Watch, una volto rapiti, i due giovani soni stati riportati in Mali a inizio gennaio 2019.

I ragazzi scomparsi

Luca Tacchetto, architetto 30enne originario di Padova era insieme ad Edith Blais, originaria del Quebec, insieme hanno percorso un lungo ed avventuroso viaggio, arrivando fino alla città di Bobo Dioulasso il 15 dicembre 2018. Lì Tacchetto aveva avuto l’ultimo contatto con il padre Nunzio, sono stati alcuni amici della città di Togo a dare l’allarme. Infatti i due ragazzi erano attesi ma non sono mai arrivati.

Sul rapimento dei due ci sono diverse ipotesi mai confermate.

Al momento la Farnesina è al lavoro.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Approfondisci:

“Sono vivi”: il ministro del Burkina Faso accende la speranza per Padre Maccalli e Luca Tacchetto

Un anno senza Silvia Romano: verità e mistero sulla volontaria rapita